EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Rubiales scaricato anche dalla Nazionale maschile di calcio: "Comportamento inaccettabile"

Alvaro Morata legge la dichiarazione. Senza mai alzare gli occhi dal foglio. (4.9.2023)
Alvaro Morata legge la dichiarazione. Senza mai alzare gli occhi dal foglio. (4.9.2023) Diritti d'autore Emilio Morenatti/AP
Diritti d'autore Emilio Morenatti/AP
Di Cristiano TassinariEuronews World
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Nonostante sia ormai stato "scaricato" da tutti - compresa la Nazionale maschile di calcio - il presidente (sospeso) della Federcalcio spagnola, Luis Rubiales, continua ostinatamente a non volersi dimettere. Il suo mantra è sempre lo stesso: "No voy a dimitir!"

PUBBLICITÀ

Nuovo capitolo della telenovela-Rubiales.

I giocatori della Nazionale di calcio maschile della Spagna hanno condannato il comportamento del presidente della Federcalcio Luis Rubiales, definendolo inaccettabile.

Durante gli allenamenti in vista delle partite di qualificazione europea contro Georgia e Cipro, il capitano della Spagna, Álvaro Morata, ha letto una dichiarazione.

“Vogliamo respingere quello che consideriamo un comportamento inaccettabile da parte del signor Rubiales, che non è stato all’altezza dell’istituzione che rappresenta. 
Ci poniamo con fermezza e chiarezza dalla parte dei valori che lo sport rappresenta. Il calcio spagnolo deve essere un motore di rispetto, ispirazione, inclusione e diversità e deve dare l’esempio con il suo comportamento, dentro e fuori dal campo”, ha dichiarato Morata, attaccante della Spagna e dell'Atletico Madrid. 

Paul White/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Alvaro Morata durante gli allenamenti. (4.9.2023)Paul White/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

Il presidente della Federcalcio spagnola, Rubiales, è stato sospeso temporaneamente dalla FIFA per nove mesi per l'ormai celebre bacio in bocca "rubato" alla giocatrice spagnola Jennifer Hermoso, il 20 agosto scorso a Sydney, al termine della finale dei Mondiali vinti proprio dalla Spagna.

Rubiales punta ad una buonuscita?

Nonostante sia stato ormai "scaricato" da tutti, Rubiales continua ostinatamente a rifiutare di dimettersi. Il suo mantra è sempre lo stesso: "No voy a dimitir!", la stessa frase che ha più volte ripetuto durante il suo discusso discorso all'Assemblea generale della Federazione spagnola di calcio. 
Cerca, forse, di farsi cacciare a tutti i costi, pur di non rinunciare ad una lauta buonuscita?

Molto dipenderà dall'esito dell'inchiesta della FIFA, perchè nel caso fosse riconosciuta l'aggressione sessuale, a Rubiales, probabilmente, non spetterebbe nemmeno un centesimo...

In tutta la Spagna ci sono state numerose manifestazioni a sostegno di Jennifer Hermoso. L'ultima si è svolta a Barcellona, con i manifestanti che hanno sventolato bandiere di colore viola, che rappresenta il movimento femminista in Spagna.

Emilio Morenatti/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Cartellini rossi per Rubiales. (Barcellona, 4.9.2023)Emilio Morenatti/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Calcio spagnolo, "tolleranza zero" contro la deriva sessista in Federazione

Nuovo contratto salariale: basta sciopero delle calciatrici spagnole, il campionato può iniziare

Spagna campione d'Europa: la Nazionale accolta a Madrid dalla famiglia reale e dalla folla in festa