EventsEventi
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Il "bacio dello scandalo": pressioni del governo e inchiesta FIFA, Rubiales si dimetta

Luis Rubiales: dimissioni inevitabili?
Luis Rubiales: dimissioni inevitabili? Diritti d'autore Manu Fernandez/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Manu Fernandez/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Cristiano TassinariEuronews - EFE - Ansa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Inevitabili le dimissioni di Luis Rubiales, protagonista della controversa vicenda del "bacio rubato" a Jenni Hermoso: oltre alla FIFA che ha aperto un'inchiesta, è sceso in campocontro Rubiales anche il governo, con il ministro Félix Bolaños

PUBBLICITÀ

Fine dell'avventura (e dello scandalo).
Luis Rubiales, 46 anni, si è dimesso dalla sua carica di presidente della Federazione calcio spagnola (RFEF).

Come riferisce l'edizione online del quotidiano "El Pais", Rubiales ha comunicato la sua decisione ai suoi collaboratori e le dimissioni diventeranno effettive da venerdì 25 agosto.

"L'intenzione di Rubiales - scrive "El Pais" - non era quella di dimettersi, ma il susseguirsi di critiche e la perdita di sostegno nel mondo del calcio delle ultime ore, si pensi alle indagini avviate dalla FIFA, lo hanno convinto a mollare alla luce della bufera per il suo bacio sulla bocca, forzato e senza consenso, alla giocatrice Jenni Hermoso, durante la cerimonia di premiazione dei mondiali a Sydney". 

Tutto in un giorno

Tutto accade nello stesso giorno in cui la FIFA ha aperto un procedimento disciplinare nei confronti di Rubiales, finito al centro delle polemiche per il bacio in bocca "rubato" alla giocatrice Jenni Hermoso (33 anni).

L'episodio è avvenuto a Sydney, domenica scorsa, dopo la finale con l'Inghilterra, durante la premiazione della Spagna campione del mondo di calcio femminile.

Oltre alla FIFA, però, anche il governo spagnolo ha avuto un peso specifico decisivo nella decisione di Rubiales di dimettersi: in giornata, lo stesso ministro per i rapporti con il Parlamento, Félix Bolaños aveva chiesto (e ottenuto) le immediate dimissioni di Rubiales. 

La Commissione disciplinare della FIFA contesterà a Rubiales, che è anche vicepresidente dell'UEFA, la violazione delle norme su "fair play, lealtà e integrità".

La Commissione valuterà se il presidente della Federcalcio spagnola ha violato il codice relativo alle "regole fondamentali di condotta dignitosa" e se si è comportato "in un modo che porta discredito allo sport del calcio e/o alla FIFA".

Il comportamento di Rubiales potrebbe costituire "violazioni degli articoli 13.1 e 13.2 del Codice Disciplinare FIFA".

Nel comunicato diffuso ai media internazionali, la FIFA ribadisce "il suo forte impegno al rispetto dell'integrità di ogni persona, e condanna fortemente qualsiasi comportamento di segno contrario" . 

Screenshot
Il bacio dello scandalo.Screenshot

Le scuse non bastano

Nonostante le scuse pubbliche di Rubiales, la calciatrice Jenni Hermoso - che non ha affatto gradito il bacio - aveva chiesto una "punizione esemplare" e il sindacato spagnolo dei calciatori (AFE), guidato da David Aganzo, aveva chiesto la rimozione di Rubiales dalla guida della Federazione.

Per venerdì è prevista un'Assemblea generale straordinaria della Federcalcio iberica: sarà l'occasione ufficiale per accettare le dimissioni di Rubiales, farlo uscire definitivamente di scena e smorzare le polemiche.

A tenere le parti di Rubiales, era rimasto solo il vice-presidente della Federazione calcio spagnola, Miguel Bestard: "Ha agito male, certo, ma sembra vittima di una persecuzione mediatica". 

Quel gesto "scaramantico"...

L'ormai presidente della Federcalcio spagnola è accusato anche di un altro gesto definito "inqualificabile".
Seduto in tribuna a Sydney accanto alla Regina di Spagna, Letizia, e all'Infanta Sofia, Rubiales - negli ultimi minuti della finale di domenica - si è toccato i testicoli, forse per "portar fortuna" alla squadra spagnola. 

Manu Fernandez/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Rubiales abbraccia l'Infanta Sofia, sotto lo sguardo della Regina Letizia. Più defilato, Gianni Infantino. (Sydney, 20.8.2023)Manu Fernandez/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

Víctor Francos, Segretario di stato spagnolo per lo sport, ha detto che “il gesto di afferrarsi i testicoli in tribuna è un gesto che nessuno può difendere”.

La FIFA non ha fornito alcun calendario per una decisione nei confronti di Rubiales. I giudici disciplinari dell'organismo possono imporre sanzioni che vanno da avvertimenti e multe, fino alla sospensione dal mondo dello sport.

Il Comitato disciplinare della FIFA è presieduto dall'avvocato colombiano Jorge Palacio, ex giudice del Tribunale del lavoro e membro della Corte Costituzionale statale.

L'ultimo grado di giudizio sarà, eventualmente, il TAS, il Tribunale Arbitrale dello Sport, con sede a Losanna, che - nella peggiore delle ipotesi, per Rubiales - potrebbe renderlo ineleggibile a cariche sportive da due fino a 15 anni.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Mondiali in Spagna, il trionfo e il dramma di Olga Carmona

Spagna: crolla la terrazza di un ristorante a Maiorca, morti e feriti

Spagna riconosce lo Stato di Palestina, le reazioni a Madrid