EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

L'Isw: incursione delle forze ucraine nella regione occupata di Kherson attraverso il fiume Dnipro

Image
Image Diritti d'autore Euronews
Diritti d'autore Euronews
Di Michela MorsaSasha Vakulina
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Secondo il centro di studi statunitense e diversi millblogger russi, le truppe ucraine sarebbero avanzate di 800 metri in profondità nel territorio controllato da Mosca. L'amministrazione russa smentisce

PUBBLICITÀ

Nel suo ultimo aggiornamento il centro di ricerca statunitense Instite of study of war riporta che le forze ucraine avrebbero condotto un'incursione limitata attraverso il fiume Dnipro, sbarcando sulla riva orientale della regione di Kherson. Anche se funzionari ucraini affermano che il raid sulla sponda orientale, occupata dalle truppe russe, in questa fase "non è confermato" dallo Stato Maggiore dell'esercito.

Diversi milblogger russi scrivono che l'esercito ucraino è sbarcato sulla riva orientale del Dnipro vicino al villaggio occupato dai russi di Kozachi Laheri con almeno sette barche, ognuna delle quali trasportava circa sei o sette persone. Avrebbero sfondato le linee difensive russe e sarebbero avanzati fino a 800 metri in profondità.

I dati su quest'area resi disponibili dal Fire information for resource management System (FIRMS) della Nasa, relativi alle ultime 24 ore, sembrano confermare che c'è stato un combattimento significativo, probabilmente preceduto o accompagnato da fuoco d'artiglieria.

L'amministrazione della regione di Kherson, nominata da Mosca, ha minimizzato le notizie sullo sbarco degli ucraini, ha affermato che il fuoco dell'artiglieria russa ha respinto le imbarcazioni nemiche e che non ci sono truppe ucraine nell'area.

Tuttavia, la maggior parte dei più autorevoli milblogger russi afferma che le forze ucraine sono riuscite a sfruttare la sorpresa tattica e a sbarcare sulla riva orientale prima di impegnare le forze russe in scambi di fuoco da armi leggere.

Anche il centro studi statunitense afferma che le forze ucraine sono presenti sulla riva orientale, anche se non è chiaro se abbiano stabilito una presenza duratura.

L'esercito di Kiev aveva stabilito una testa di ponte nell'area per la prima volta a giugno, vicino al ponte Antonivsky. A luglio Mosca aveva affermato di averla eliminata. 

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La Russia: "Non ci sono le condizioni per la pace in Ucraina"

Ucraina rimuove simboli sovietici

Mondiali di scherma, Non stringe la mano all'avversaria russa. Squalificata l'ucraina Olha Kharlan