Guerra in Ucraina, il gruppo Wagner si ritira da Bakhmut

Il leader del gruppo Wagner, Yevgeny Prigozhin
Il leader del gruppo Wagner, Yevgeny Prigozhin Diritti d'autore AP/PRIGOZHIN PRESS SERVICE
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sia la Russia che le forze ucraine hanno subìto enormi perdite e le immagini satellitari della città mostrano l’entità della devastazione lasciata dai combattimenti

PUBBLICITÀ

Con un annuncio su Telegram il capo del gruppo Wagner, Yevgeny Prigozhin, ha annunciato che i suoi mercenari hanno iniziato a ritirarsi da Bakhmut, dopo aver conquistato la città ucraina. Lo stesso leader dei mercenari ha postato un video con saluti e strette di mano tra lui e militari a volto coperto. Prigozhin lascia la città nelle mani delle forze russe, dopo mesi di combattimenti.

L’annuncio dell’inizio del ritiro segue quello di Prigozhin secondo cui il gruppo Wagner ha perso oltre 20mila combattenti nella lunga battaglia per la città di Bakhmut, nell’oblast di Donetsk nell’Ucraina orientale. Sia la Rus

sia che le forze ucraine hanno subìto enormi perdite e le immagini satellitari della città mostrano l’entità della devastazione lasciata dai combattimenti.

Nuovi raid in Ucraina

Nella notte di mercoledì intanto ci sono stati nuovi raid russi sul territorio ucraino. Le forze di Mosca hanno cercato di colpire con droni Kiev e altre quattro regioni. I funzionari ucraini hanno fatto sapere che le difese aree della capitale hanno neutralizzato i velivoli nemici. 

Armi nucleari russe non strategiche, intanto, sarebbero in fase di dispiegamento in Bielorussia: la decisione di Mosca e Minsk in risposta alle attività della Nato nell'area. E il ministro della Difesa di Mosca, Serghei Shoigu, ha accusato l'Occidente di provocare l'escalation del conflitto.

Intanto Mosca ha fatto sapere di aver rilasciato 106 prigionieri ucraini catturati a Bakhmut. A renderlo noto il capo dell'ufficio presidenziale Andriy Yermak, citato dai medi nazionali.

"Il gruppo di combattenti della Wagner ha iniziato a ritirarsi da Bakhmut", questo l'annuncio del capo e fondatore della milizia privata russa. Il Servizio di sicurezza russo (Fsb) ha fatto sapere che alcuni "sabotatori" ucraini che pianificavano attentati alle centrali nucleari russe sono stati arrestati.

007 Kiev, "stiamo cercando di uccidere Prigozhin"

Gli 007 ucraini stanno cercando di uccidere Yevgeny Prigozhin, fondatore del gruppo russo di mercenari Wagner. La conferma l'ha data il numero due dell'intelligence di Kiev, il generale Vadym Skibitsky, in un'intervista a Die Welt. Alla domanda su quale sia la sua relazione con Prigozhin, la risposta secca e' stata: "Stiamo cercando di ucciderlo". 

Risorse addizionali per questo articolo • Agenzie Internazionali

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Leader Wagner: l'Ucraina non ha mai minacciato di attaccare la Russia

Attacchi russi con droni su Kiev, nel giorno dell'anniversario della fondazione della capitale

Guerra in Ucraina, Mosca dichiara agente straniero un giornalista della Bbc