EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Leader Wagner: l'Ucraina non ha mai minacciato di attaccare la Russia

Yevgeny Prigozhin, capo del gruppo di mercenari Wagner
Yevgeny Prigozhin, capo del gruppo di mercenari Wagner Diritti d'autore AP/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore AP/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Prigozhin: "L'operazione speciale iniziata il 24 febbraio è stata lanciata per motivi completamente diversi"

PUBBLICITÀ

Il capo del del gruppo di combattenti mercenari Wagner torna ad accusare Mosca. Yevgeny Prigozhin ha dichiarato che l'Ucraina non ha mai minacciato di attaccare la Russia, come sostenuto dal Cremlino nel tentativo di giustificare l'invasione.

PER APPROFONDIRE: Cos'è e come funziona il gruppo di mercenari Wagner

L'operazione speciale iniziata il 24 febbraio è stata lanciata per motivi completamente diversi
Yevgeny Prigozhin
Capo del gruppo Wagner

"Le ragioni della guerra sono altre"

"Il 24 febbraio (2022) non è successo nulla di straordinario. Ora il ministero della Difesa sta cercando di ingannare l'opinione pubblica e il presidente, raccontando la storia di una folle aggressione da parte dell'Ucrainainsieme all'intero blocco della Nato. L'operazione speciale iniziata il 24 febbraio è stata lanciata per motivi completamente diversi", ha affermato Prigozhin in un videomessaggio girato in un luogo imprecisato, rilasciato dal Prigozhin Press Service.

AP/PRIGOZHIN PRESS SERVICE
Immagine tratta del video in cui Yevgeny Prigozhin accusa la Russia di minimizzare la controffensiva ucrainaAP/PRIGOZHIN PRESS SERVICE

La dichiarazione di Prigozhin, che ha ripetutamente criticato i comandanti rivali per la loro gestione della guerra - in una lotta interna per il potere - alza drasticamente la posta in gioco nella sua battaglia contro i capi militari russi. 

"Truppe russe ripiegano a Zaporizhzhia e Kherson"

Il leader dei mercenari filo-Cremlino ha anche affermato che le truppe russe si starebbero ritirando nelle zone di Zaporizhzhia e Kherson, secondo quanto riporta la testata online Meduza. “Le forze armate ucraine stanno premendo sull’esercito russo, ci stiamo lavando con il sangue, nessuno dà riserve, non c’è controllo”, ha detto. Allo stesso tempo, il ministero della Difesa e lo Stato Maggiore, secondo Prigozhin, “sperano ancora di poter vincere questa guerra“. 

LEGGI ANCHE:

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina, il gruppo Wagner si ritira da Bakhmut

Ucraina: a Kharkiv morti e feriti, centrale nucleare di Zaporizhzhia rimasta con una linea elettrica

La Russia propone una modifica unilaterale dei confini nel Mar Baltico