Il presidente bielorusso Lukashenko non è in forma

Il presidente bielorusso Lukashenko
Il presidente bielorusso Lukashenko Diritti d'autore AP/Belarus' Presidential Press Office
Diritti d'autore AP/Belarus' Presidential Press Office
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il presidente Lukashenko è riapparso in pubblico dopo tanti giorni di assenza. Con la diffusione di sue immagini pubbliche le autorità vogliono porre fine alle speculazioni sulla sua salute

PUBBLICITÀ

Le immagini e il filmato ufficiale che mostra Alexander Lukashenko in visita a un punto di controllo dell'esercito tradisce un presidente stanco a conferma le voci di un suo cattivo stato di salute. L'attenzione quindi diventa massima e i membri dell'opposizione bielorussa, che vivono in esilio in Lituania, affermano che ci sarebbero già piani per il post Lukashenko, lo confessa Svetlana Tikhanovskaja che è a capo dell'opposizione:  “Non abbiamo tutte le informazioni sul suo stato di salute, ma è ovvio che solo raramente resta tanto assente dalla scena pubblica - racconta Tikhanovskaja -  Stiamo discutendo del piano, su cosa fare se ci fosse una peggioramento della situazione. Potrebbe generarsi il caos all'interno del regime, e sarebbe importante avviare azioni decisive in Bielorussia”.

I commenti degli oppositori

“Il nostro compito è preparare nuove elezioni. Per rendere la nostra economia più o meno stabile in questo periodo...” le fa eco Alexander Dabravolski, consigliere senior dell'opposizione.

L'ultimo dei "guerrieri rossi" in Bielorussia

Lukashenko governa la Bielorussia dal 1994. È stato spesso definito "l'ultimo dittatore in Europa" e il suo regime ha rafforzato la repressione delle opposizioni dopo le proteste di massa del 2020. Nato il 30 agosto 1954 a Kopyś, nel distretto di Orša, Lukashenko si è laureato in economia all'Istituto di Mahilëŭ nel 1974 e ha prestato il servizio militare nell'Armata Rossa con i reparti di frontiera negli anni 1975-1977 e 1980-1982. Lasciato l'esercito, fu eletto nel 1985 direttore di una sovchoz cioè una grande "fattoria" di Stato. Sempre nel 1985 si era laureato all'Accademia Bielorussa di Agricoltura. Nel 1990 fece il primo passo in politica, venendo eletto deputato del Soviet bielorusso.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Bielorussia: speculazioni sullo stato di salute di Lukashenko

Intesa Bielorussia-Russia, Lukashenko: "Minsk è pronta a dispiegare le armi nucleari russe"

Niente Giochi europei per Russia e Bielorussia. Ma se "traslocassero" in Asia?