Taiwan, sale la tensione con la Cina. Avvistate altre navi da guerra a fine esecitazioni

Isola di Taiwan
Isola di Taiwan Diritti d'autore GREG BAKER/AFP or licensors
Diritti d'autore GREG BAKER/AFP or licensors
Di Debora Gandini
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

La vigilanza militare resta elevata specie in un momento in cui la pressione della Cina sembra intensificarsi come per prepararsi a un'offensiva

PUBBLICITÀ

Sale la tensione a Taiwan. Il governo di Taipei ha rilevato la presenza di almeno 9 navi da guerra e 26 aerei dalla Cina ancora nelle vicinanze dell'isola dopo che Pechino ha annunciato la fine di tre giorni di esercitazioni militari nella regione. La vigilanza militare resta elevata specie in un momento in cui la pressione della Cina sembra intensificarsi come per prepararsi a un'offensiva. 

Secondo la presidente del Taiwan, Tsai Ing-wen, Pechino non ha dimostrato un comportamento “responsabile” di grande Paese asiatico. Battezzata "Joint Sword", la tre giorni di operazioni - che ha incluso le prove di un accerchiamento di Taiwan si è conclusa, ufficialmente il 10 aprile, secondo il Comando dell'Esercito popolare di liberazione.

La Cina ha dispiegato decine di aerei da combattimento e navi da guerra attorno a Taiwan, con l'obiettivo di lanciare un avvertimento a seguito dell'incontro tra la presidente dell'isola Tsai Ing-wen e lo speaker della Camera degli Stati Uniti Kevin McCarthy. L'esercitazione militare attorno a Taiwan ha spinto Washington a chiedere moderazione a Pechino. Ma la tensione non fa che aumentare nella zona.

Taiwan: "Non cerchiamo escalation, ci difendiamo"

“Come presidente, rappresento il nostro Paese nel mondo, sia che si tratti di una visita a Paesi alleati o di una sosta negli Stati Uniti per interagire con i nostri amici internazionali, e non solo questo va avanti da anni, ma è un’aspettativa condivisa dal popolo taiwanese”, ha detto Tsai in una breve dichiarazione. “Ma la Cina ha usato questo come pretesto per iniziare le esercitazioni militari, creando instabilità nello Stretto di Taiwan e nella regione. Questo non è l’atteggiamento di una grande nazione responsabile in questa regione”, ha aggiunto la Presidente.

"Senza alcuna intenzione di generare un'escalation - ha dichiarato Sun Li-fang, portavoce del ministero della Difesa di Taiwan - le nostre forze armate difendono la nostra sovranità e garantiscono la sicurezza nazionale. Ciò in modo composto, razionale e attento. Nel frattempo, le nostre unità di difesa aerea sono rimaste in stato di massima allerta, monitorando da vicino ogni possibile obiettivo e pronte a reagire in funzione delle situazioni contingenti".

Per Pechino le esercitazioni servono a mantenere la pace e la stabilità nell'area, nonché ad evitare che Taiwan possa rivendicare formalmente la propria indipendenza.

Cina: "Indipendenza di Taiwan incompatibile con la pace"

"Speriamo - ha replicato Wang Wenbin, portavoce del ministero degli Esteri cinese - che la comunità internazionale riconosca pienamente la verità sulla questione di Taiwan, e si attenga fermamente al 'principio di una sola Cina', opponendosi ad ogni forma di attività separatista. L'indipendenza di Taiwan, da un lato; la pace e la stabilità della zona, dall'altro, si escludono a vicenda. Se si vuole garantire una soluzione pacifica, occorre opporsi fermamente a qualsiasi forma di separatismo indipendentista da parte di Taiwan".

La presa di posizione degli USA

Gli Stati Uniti, che sostengono l'autonomia di Taiwan, hanno avviato, nel frattempo, una nuova operazione militare nel sud-est asiatico, con le Filippine. Circa 18.000 soldati effettueranno manovre congiunte fino al 28 aprile.

Per la prima volta, queste operazioni militari annunciali con Washington si svolgono sotto la presidenza di Ferdinand Marcos Jr, che sta cercando di ripristinare i rapporti diplomatici con gli Stati Uniti dopo la cacciata del predecessore Rodrigo Duterte e in un momento in cui la Cina cerca sempre più di affermarsi nella regione.

Risorse addizionali per questo articolo • Agenzie Internazionali

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Hong Kong: operai equilibristi sulle impalcature di bambù

Incontro tra Scholz e Xi Jinping in Cina, focus sulla pace in Ucraina: i 4 punti del leader cinese

Terremoto a Taiwan, le telecamere riprendono la terra che trema