Spagna: Leonardo DiCaprio investe in fabbrica di diamanti sostenibili

Leonardo Di Caprio è orgoglioso di investire in Diamond Foundry per la coltivazione di diamanti sostenibili
Leonardo Di Caprio è orgoglioso di investire in Diamond Foundry per la coltivazione di diamanti sostenibili Diritti d'autore Euronews
Diritti d'autore Euronews
Di Laura Llach
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Cantiere aperto a Trujillo, in Estremadura. Il sindaco: "Darà lavoro ai nostri giovani, rimedio allo spopolamento"

PUBBLICITÀ

Il posizionamento di alcune gru su un terreno vuoto ha generato un'eccitazione senza precedenti a Trujillo, piccola città della Spagna occidentale.

Niente sarà pronto fino al 2024, ma i residenti sono già andati a curiosare il lavoro degli edili.

Molti abitanti semplicemente non riescono a credere ai loro occhi: un progetto in via di sviluppo nella loro remota Estremadura.

“Quante cose ci sono state promesse negli ultimi anni ma non sono state mantenute?”, chiede José Antonio Redondo, sindaco di Trujillo. Il progetto" ha creato molta eccitazione e rivitalizzerà la città".

Quello che oggi è ancora un cantiere sarà presto sede di una fabbrica di diamanti sintetici gestita dalla società Diamond Foundry.

L'azienda nordamericana, che vede Leonardo DiCaprio tra i suoi investitori e consulenti, ha riportato la speranza in questa cittadina situata in quella che è nota come "Spagna vuota" a causa del rapido spopolamento degli ultimi decenni.

Nonostante sia conosciuta come "la città più bella" della regione di Cáceres, Trujillo si sta spopolando: sui balconi pullulano i cartelli "in affitto" e molti locali sono dismessi.

Negli anni '50 questo comune contava più di 14mila abitanti. Tuttavia, nel corso degli anni, la sua popolazione è diminuita e ora il numero dei residenti è inferiore a novemila, secondo l'Istituto nazionale di statistica spagnolo.

"È impossibile mantenere la popolazione in queste zone sfruttando solo l'industria alberghiera e il settore agricolo", afferma Redondo.

Municipio di Trujillo
Plaza Mayor a Trujillo, SpagnaMunicipio di Trujillo

Creare "diamanti solari"

Il sole e la qualità della pietra locale sono bastati all'azienda nordamericana per investire a Trujillo.

L'idea è quella di produrre diamanti sintetici per usi diversi: alcuni per gioielleria, altri per uso industriale (il cristallo di diamante ha proprietà semiconduttrici utilizzate per fabbricare telefoni cellulari e batterie per auto).

Mentre un giacimento impiega  migliaia di anni per produrre diamanti veri, quelli sintetici possono essere realizzati in una settimana utilizzando l'energia solare.

Prima che la scelta ricadesse sulla cittadina spagnola, sono stati presi in considerazione altri paesi, come la Cina e gli Emirati Arabi Uniti.

Due motivi hanno convinto l'azienda di DiCaprio a scegliere la Spagna: la certezza che è un mercato stabile e il prezzo ragionevole dell'energia rinnovabile.

PER APPROFONDIRE: L'España vacía, la Spagna desertica ripopolata dagli immigrati

"Le persone sono molto felici"

A pieno regime la fabbrica genererà fino a mille posti di lavoro, un'ancora di salvezza per un villaggio di novemila abitanti.

"A Trujillo, anno dopo anno, rimangono sempre meno persone e le opzioni per i giovani sono lavorare nella ristorazione o nell'edilizia, oppure lasciare la città", spiega Isidro, residente di Trujillo.

Per María Esther, proprietaria di un negozio di abbigliamento in paese, le prospettive sono buone. "Le persone sono molto felici, aspettano solo che la fabbrica sia pronta", dice.

PUBBLICITÀ

L'investimento iniziale è di 245 milioni di euro, di cui 120 milioni assegnati a Diamond Foundry dal Fondo di sostegno agli investimenti industriali produttivi, parte del ministero dell'Industria spagnolo, per incoraggiare progetti regionali.

Diamond Foundry afferma di essere impegnata a investire 670 milioni di euro nel progetto Trujillo.

Evan Agostini/2021 Invision
Leonardo DiCaprio alla prima mondiale di "Don't Look Up" al Jazz at Lincoln Center, il 5 dicembre 2021 a New YorkEvan Agostini/2021 Invision

Lotta contro lo spopolamento

Le trattative per la costruzione della fabbrica a Trujillo sono state serrate. Sono passati più di due anni dal primo contatto tra le autorità regionali e l'azienda nordamericana.

“Le trattative sono state estenuanti, abbiamo dovuto superare enormi ostacoli. Abbiamo sempre sentito la spada di Damocle incombere sulle nostre teste, avevamo paura che il progetto potesse crollare da un momento all'altro”, racconta il sindaco di Trujillo.

“È una grande opportunità. Tutte le aziende satellite che nasceranno per le esigenze della fabbrica potranno dare lavoro a laureati. Abbiamo già parlato con l'università della nostra regione perché chi finisce gli studi possa venire qui", continua il sindaco.

PUBBLICITÀ

L'idea che dietro al progetto ci sia Leonardo DiCaprio genera anche interesse turistico. La gente in città si chiede se l'attore visiterà la fabbrica prima o poi.

DiCaprio è stato coinvolto nel progetto dopo aver girato il film "Blood Diamond", in cui uno dei personaggi principali è ridotto in schiavitù per lavorare nei campi di diamanti.

Ambientato durante la guerra civile in Sierra Leone nel 1999, il film mostra un paese dilaniato dalla guerra. Le forze ribelli usano i diamanti per finanziare il loro sforzo bellico.

Da quando ha lavorato al film, l'attore ha investito in Diamond Foundry ed è stato coinvolto nella coltivazione di diamanti sostenibili.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La capitale europea dei diamanti si prepara alle sanzioni nel settore

Crolla una miniera in Spagna, 3 morti

Senza casa, lavoro, sussidi: la difficile integrazione dei rifugiati ucraini in Spagna