EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Georgia: migliaia di dimostranti davanti al Parlamento

Image
Image Diritti d'autore APTN direct
Diritti d'autore APTN direct
Di Euronews Agenzie:  Ansa
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Migliaia di manifestanti sono radunati sulla piazza antistante il Parlamento a Tbilisi per protestare contro la legge sugli "agenti stranieri* approvata ieri dall'assemblea. Il leader del partito di opposizione ha fatto un appello per manifestazioni quotidiane fino alla alla revoca della normativa

PUBBLICITÀ

Scontri tra attivisti e polizia sono scoppiati mercoledì a Tbilisi durante le proteste contro un disegno di legge sugli "agenti stranieri". Le forze dell'ordine hanno usato gas lacrimogeni e cannoni ad acqua per disperdere la folla. I manifestanti hanno cercato di prendere d'assalto l'edificio del parlamento georgiano e minacciato di bloccarlo fino a quando l'ultimatum dell'opposizione non fosse stato rispettato.

Così la nostra corrispondente: "Lo slogan della marcia era "No al controllo totale, no alla legge russa". E stanno protestando insieme ad altri che esprimono il loro disappunto e disaccordo con il governo georgiano".

Queste manifestazioni di massa vicino all'edificio del Parlamento della Georgia sono già in corso da due giorni. La ragione per loro è stata l'adozione in prima lettura di un disegno di legge che obbliga le organizzazioni e i media con una quota significativa di entrate dall'estero a registrarsi come agenti stranieri.

Al primo giorno di proteste il presidente georgiano Salome Zurabishvili ha sostenuto i manifestanti e ha promesso di porre il veto all'iniziativa. Tuttavia, i parlamentari hanno l'opportunità di superarlo. L'alto rappresentante dell'UE Josep Borrell ha affermato che l'adozione di un tale disegno di legge ostacolerebbe l'integrazione europea della Georgia.

Condividi questo articoloCommenti