EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Pensione a 64 anni, la Francia protesta: i sindacati proclamano lo sciopero per il 19 gennaio

La prima ministra francese Elisabeth Borne. A fianco, la scritta: "Per le nostre pensioni". (Parigi,. 10.1.2023)
La prima ministra francese Elisabeth Borne. A fianco, la scritta: "Per le nostre pensioni". (Parigi,. 10.1.2023) Diritti d'autore AP
Diritti d'autore AP
Di Euronews - AFP - Agenzie internazionali
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Tutti i sindacati francesi sono sul piede di guerra: per giovedì 19 gennaio hanno annunciato uno sciopero generale di tutte le categorie, contro la riforma delle pensioni del governo Macron-Borne, che intende innalzare l'età pensionabile da 62 a 64 anni

PUBBLICITÀ

In pensione a 64 anni e la Francia protesta.

Gli otto principali sindacati francesi hanno annunciato una giornata nazionale di sciopero generale di tutte le categorie, per giovedi 19 gennaio, dopo che la premier Elisabeth Borne ha rivelato i dettagli della controversa riforma delle pensioni, volta ad aumentare l'età pensionabile da 62 a 64 anni, entro il 2030.

AP
Elisabeth Borne durante la conferenza stampa. (Parigi. 10.1.2023)AP

La premier francese, in una conferenza stampa a Parigi, ha dichiatato che l'età minima di pensionamento per avere diritto a una pensione completa sarà gradualmente aumentata di tre mesi ogni anno, a partire già dal 2023, in linea con un impegno di lunga data del presidente Emmanuel Macron.

Inoltre, le persone dovranno aver lavorato per almeno 43 anni per ottenere una pensione completa, a partire dal 2027.

Irritati da quella proposta - oltre che l'opposizione di sinistra (particolarmente dura la posizione di Jean-Luc Mélenchon di "La France Insoumise") - i sindacati sono scesi sul piede di guerra. 

Cyril Chabanier, presidente del sindacato CFTC, ha affermato che "per far piegare il governo, che è molto determinato, dobbiamo essere uniti, dobbiamo avere una mobilitazione molto forte e molto veloce".

I sindacati di centro-sinistra e di estrema sinistra avevano espresso all'unanimità la loro disapprovazione per le modifiche proposte dal governo, dopo i colloqui avuto con la premier Borne la scorsa settimana.
Ma il governo francese, per ora, tira dritto. 

**

Per saperne di più sulle pensioni francesi**

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Francia, primo Consiglio di Gabinetto del 2023 all'Eliseo

In pensione alle Mauritius: la vita da sogno di Eugen

Calcio, il francese Kylian Mbappé mette in guardia dagli estremismi prima delle elezioni