Addio a Gal Costa, la più grande cantante del Brasile

frame
frame Diritti d'autore Alberto Pellaschiar/Copyright 2022. The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Alberto Pellaschiar/Copyright 2022. The AP. All rights reserved
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Addio a Gal Costa, la più grande cantante del Brasile

PUBBLICITÀ

Se n'è andata "la più importante cantante del Brasile": così definiva Gal Costa la leggenda della  Bossa Nova, João Gilberto. L'artista è morta oggi all'età di 77 anni. La causa del decesso non è ancora stata divulgata. In un primo momento, era stato riferito che fosse avvenuto nella sua casa, a San Paolo, in seguito ad un infarto fulminante, ma la notizia è stata nel frattempo smentita dal suo ufficio stampa.

Secondo diversi media, Costa si era presa una pausa dai concerti dopo aver subito un intervento chirurgico per rimuovere un nodulo nella cavità nasale destra.

Da alcuni mesi stava svolgendo una tournée nel Paese sudamericano, in cui rivisitava grandi successi degli anni '80, ed aveva in programma di esibirsi, a partire da questo mese, anche in Europa. Gli show erano però stati nel frattempo cancellati per problemi di salute.

Nata il 26 settembre 1945 a Salvador de Bahia, Maria da Graça Costa Penna Burgos (questo il suo nome completo) è stata una delle più grandi interpreti della Musica popolare brasiliana (Mpb).

La sua traiettoria iniziò negli anni '60, provocando una rivoluzione nel settore discografico per la sua voce

potentissima.

Appena ventenne partecipò dell'album 'Tropicália ou Panis et Circensis' (1968), la prima grande opera del movimento tropicalista, considerata uno dei più importanti lavori della storia della musica brasiliana.

Molto legata ad altri idoli dell'Mpb, come Gilberto Gil, Caetano Veloso e Maria Bethânia, con i tre amici formò il gruppo Doces Bárbaros.

Una delle pietre miliari della sua carriera, che ha influenzato la musica verdeoro fino ad oggi, fu 'Fa-Tal', un album dal vivo pubblicato nel 1971. Tra i suoi successi più famosi figurano le canzoni 'Baby', 'Perola Negra', 'Meu bem, meu mal' e 'Divino Maravilhoso'.

Immediate le ripercussioni alla sua morte nel mondo della cultura e della politica brasiliani. Uno dei primi a manifestarsi è stato il compositore Gilberto Gil, amico e partner di diversi brani della cantante bahiana. Messaggio di cordoglio anche da parte di Luiz Inácio Lula da Silva. "Gal Costa è stata una delle più grandi cantanti del mondo, una delle nostre principali artiste a portare il nome e i suoni del Brasile in tutto il pianeta" ha scritto sui social il presidente della Repubblica eletto.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Brasile: conclusa la visita di Macron, firmati oltre 20 accordi tra i due Paesi

Il presidente francese Macron in visita in Brasile: 1 miliardo per proteggere la foresta pluviale

Brasile, Bolsonaro accusato di aver falsificato le certificazioni Covid