EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Texas, la crociata anti migranti dei repubblicani latinoamericani

Mayra Flores, deputata Usa
Mayra Flores, deputata Usa Diritti d'autore AFP
Diritti d'autore AFP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Stati Uniti: in vista delle elezioni di midterm, i latinos spostano a destra il voto e sposano la lotta anti immigrazione

PUBBLICITÀ

Mayra Flores è entrata nella storia come primo membro di origine messicana del Congresso degli Stati Uniti e il paradosso vuole che l'abbia fatto con la casacca dei Conservatori nel sud del Texas.
La repubblicana ha strappato il suo seggio ai dem, corteggiando i latinos con strenui appelli a chiudere il confine. 

Questa apparente contraddizione ha reso la 36enne - il cui slogan elettorale è "Dio, famiglia, Paese" - uno dei volti della nuova spinta del partito Repubblicano nella regione di confine per le elezioni di midterm di novembre.
Flores punta a ripetere la vittoria il mese prossimo, quando anche le colleghe repubblicane Monica de la Cruz, Cassy Garcia e Carmen Maria Montiel si contenderanno i vicini seggi del Congresso, rimasti per decenni ai Democratici.

"Le politiche dell'amministrazione Biden incoraggiano le persone a venire qui negli Stati Uniti illegalmente - dice Mayra Flores - Stiamo parlando di milioni di persone che entrano e pagano migliaia di dollari a organizzazioni criminali, che hanno preso il controllo del confine".

La battaglia è dunque tra chi ce l'ha fatta e chi no, a prescindere dalle origini.

Sono migliaia i venezuelani bloccati in queste ore a Panama da una nuova disposizione degli Stati Uniti che chiude a chi arriva illegalmente, seppure in stato di necessità, alla frontiera.

I migranti non hanno nei latinos degli alleati, e il voto ispanico negli Stati Uniti sembra spostarsi sempre più a destra.

Sul fronte messicano, gli Stati Uniti hanno registrato più di 2 milioni di arresti di migranti al confine tra ottobre 2021 e agosto 2022. Si tratta di un numero record, che comprende anche i recidivi che tentano l'impresa più volte.

Tra loro ci sono molti richiedenti asilo provenienti da regimi autoritari come Nicaragua, Cuba e Venezuela.

Una situazione "inaccettabile", afferma l'ex 'Miss' Carmen Maria Montiel, che spera di diventare la prima venezuelana a entrare al Congresso degli Stati Uniti.

"I miei elettori vogliono che il confine sia chiuso, vogliono una migrazione legale", ha dichiarato la repubblicana a fronte dell'esplosione del numero di migranti venezuelani - 180.000 arresti nell'ultimo anno.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Stasera a casa di Kamala: autobus carichi di migranti nella residenza della vicepresidente Usa

Stati Uniti, condannato il figlio di Biden Hunter: "Rispetto la giustizia" dice il presidente Usa

Trump colpevole per i pagamenti a Stormy Daniels: prima condanna a un ex presidente, pena a luglio