EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Stasera a casa di Kamala: autobus carichi di migranti nella residenza della vicepresidente Usa

Un agente dei servizi segreti pattuglia la zona antistante l'ingresso della residenza della vicepresidente statunitense Kamala Harris, 15 settembre 2022
Un agente dei servizi segreti pattuglia la zona antistante l'ingresso della residenza della vicepresidente statunitense Kamala Harris, 15 settembre 2022 Diritti d'autore Nathan Howard/Copyright 2021 The Associated Press. All Rights Reserved.
Diritti d'autore Nathan Howard/Copyright 2021 The Associated Press. All Rights Reserved.
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Diversi autobus di richiedenti asilo si sono presentati nella residenza della vicepresidente statunitense dem, nella ricca isola di Martha's Vineyard. "Gesto vergognoso" secondo la Casa Bianca

PUBBLICITÀ

"Prendeteveli a casa vostra": negli Stati Uniti, uno degli slogan che più spesso si sentono ripetere i difensori dei diritti dei migranti è appena divenuto realtà.

Così, la vicepresidente democratica Kamala Harris si è vista arrivare nella sua residenza sulla ricca isola di Martha's Vineyard diversi autobus carichi di richiedenti asilo sudamericani, provenienti perlopiù da Venezuela, Uruguay, Colombia e Messico. 

A organizzare la singolare improvvisata sono stati Greg Abbott e Ron De Santis, governatori rispettivamente di Texas e Florida.

Un gesto "vergognoso", secondo la Casa Bianca: "C'è un modo legale per  per gestire i migranti" ha dichiarato nel briefing ai giornalisti l'addetta stampa Karine Jean Pierre. " E il fatto che i governatori repubblicani interferiscano in questo processo e usino i migranti come pedine politiche è sconsiderato e semplicemente sbagliato".

Gioco politico

I governatori di Texas e Florida, che hanno una ricca posta in gioco nelle elezioni di metà mandato, stanno da tempo ponendo l'attenzione sugli aspetti più controversi delle politiche migratorie nella loro campagna elettorale:  oltre alla "gita" appena organizzata da Abbott e De Santis, c'è infatti il governatore dell'Arizona Doug Ducey che ha appena iniziato a trasferire a Washington i richiedenti asilo in arrivo nel suo stato.

Per via della vicinanza a Cuba, al Messico e ai paesi sudamericani a quest'ultimo contigui, Arizona, Florida e Texas sono del resto gli stati Usa che più risentono dei transiti migratori. 

Per i repubblicani, le immagini di flussi continui di migranti che attraversano il confine rappresentano un ottimo argomento per distogliere l'attenzione dagli scandali legati all'ex presidente Donald Trump e dalla recente abrogazione del diritto all'aborto

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Texas, la crociata anti migranti dei repubblicani latinoamericani

Stati Uniti: Washington si prepara per il vertice Nato, la guerra in Ucraina al centro dei colloqui

Dibattito Usa: Biden si difende, ma per il Nyt deve lasciare