This content is not available in your region

Si combatte ancora a Lyman. La posta in gioco ora è l'intera regione di Donetsk

Access to the comments Commenti
Di Gianluca Martucci
In Ucraina l'esercito di Kyiv vicino a riprendere Lyman
In Ucraina l'esercito di Kyiv vicino a riprendere Lyman   -   Diritti d'autore  Kostiantyn Liberov/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.   -  

Mentre l'esercito ucraino continua la sua avanzata a nord Est per riconquistare nuovi territori, città liberate come Kupiansk cercano di riemergere dalla distruzione. Nel Paese i combattimenti più violenti si registrano in particolare nella città di Lyman, dove le notizie divergono sulla reale presa della città da parte di Kyiv. Il consigliere del presidente ucraino Volodymr Zelensky ha affermato nella notte tra venerdì e sabato che nella città ci sono fra i due mila e i cinquemila" soldati russi "completamente circondati" che posso essere cacciati nel giro di pochi giorni. A confermarlo anche il portavoce del presidente Sergei Cherevatiy, che ha parlato di oltre 5.000 truppe circondate dall'esercito di Kyiv.

L'incertezza sulla battaglia nella città non ha sottratto il presidente Zelensky dal lodare i risultati dell'esercito ucraino. "Abbiamo ottenuto risultati significativi nell'Est del nostro Paese e tutti hanno sentito cosa sta accadendo a Lyman, nella regione di Donetsk: questi passi significano molto per noi", ha detto Zelensky nel suo videomessaggio serale.

Secondo lo Stato maggiore dell'esercito ucraino tutti gli sforzi di Mosca si starebbero concentrando nell'Oblast di Donetsk. La posta in palio è alta.

Si contano i morti a Zaporizhzhia

Il Paese incassa un altro trauma dopo l'attacco al convoglio civile nella città di Zaporzhizhia da parte della Russia che ha ucciso almeno 30 persone, tra cui una ragazza di 11 anni e un ragazzo di 14. In una nota il portavoce di Unicef Italia Andrea Iacomini ha parlato di oltre 1.000 minori uccisi dall'inizio del conflitto.

"Questi attacchi sono stati deliberati. È evidente che qui nell'area non c'è nessuna struttura militare e nessun deposito di attrezzature, nessun soldato era qui: ogni giorno qui ci sono solo civili che si spostano nel territorio", ha affermato Ministro degli Affari Interni dell'Ucraina Denis Monastirskiy. Sono 88 i feriti contati dopo l'aggressione. Come in altre occasioni le parti si scambiano le accuse