This content is not available in your region

La controffensiva di Kiev continua. Mosca colpisce centrale elettrica a Kharkiv

Access to the comments Commenti
Di Giulia Avataneo
euronews_icons_loading
Centrali elettriche colpite in Ucraina
Centrali elettriche colpite in Ucraina   -   Diritti d'autore  Leo Correa/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

La rappresaglia russa alla controffensiva di Kiev nellUcraina orientale arriva nella notte. Ed è diretta ancora una volta alla popolazione civile.

Questa volta sono colpite da missili a lunga gittata due centrali elettriche.

Nove milioni di persone nelle regioni di Kharkiv e Donetsk rimangono senza corrente.

Il Presidente Zelensky accusa Mosca: è un atto terroristico, diretto a infrastrutture critiche, non militari, con l'obiettivo di privare la popolazione di luce e riscaldamento.

L'Ucraina è convinta che gli attacchi missilistici siano una risposta alla controffensiva iniziata nella provincia di Kharkiv. Che ha portato le truppe governative a riprendere il controllo di tremila chilometri quadrati prima in mano nemica. Si ritiene che l'esercito di Kiev si trovi ora a soli 50 chilometri dal confine russo.

Avanzata continua

Le forze ucraine hanno riconquistato nelle ultime 24 ore oltre 20 insediamenti che erano stati occupati dai russi, ha reso noto lo Stato Maggiore delle Forze Armate dell'Ucraina in un post su Facebook, secondo quanto riporta Ukrinform.

"Le forze ucraine continuano a liberare dagli invasori russi gli insediamenti nelle regioni di Kharkiv e Donetsk", prosegue il messaggio sottolineando che "il nemico continua ad attaccare le posizioni ucraine, conducendo ricognizioni aeree e tentando di prendere misure per riguadagnare terreno".

Nelle ultime 24 ore "le forze russe hanno lanciato 18 attacchi missilistici e 39 attacchi aerei contro obiettivi militari e civili in tutta l'Ucraina", prosegue lo Stato Maggiore dell'Esercito, sottolineando che sono stati colpiti più di 30 insediamenti, tra cui Kramatorsk, Kostiantynivka, Dnipro, Pavlohrad e Velykomykhailivka.

Le forze russe, inoltre, hanno compiuto un altro "atto terroristico" lanciando un attacco missilistico contro la centrale termoelettrica di Kharkiv, "un'infrastruttura critica della città. Di conseguenza, sono state registrate interruzioni parziali di corrente elettrica in diverse regioni del Paese".

Russi in fuga

Un funzionario del Cremlino nella regione di Belgorad ha dichiarato che migliaia di persone, russi o collaborazionisti, sono in fuga da Kharkiv a causa dell'avanzata delle forze ucraine.

"Oggi ci sono 1342 persone in 27 centri di accoglienza temporanea nella regione - ha detto Vyacheslav Gladkov, governatore ad interim della regione di Belgorod - Ci stiamo preparando a inviare gruppi di 500, 200 e 50 persone in altre regioni".

Il Ministero della Difesa russo ha dichiarato nel fine settimana che Mosca sta raggruppando uomini e mezzi da Kharkiv a Donetsk, poco più a sud, per concentrarvi i suoi sforzi militari. Dalla mappa mostrata in trasmissione si evince un consistente ritiro dell'esercito russo dalla regione.

Nel frattempo, un procuratore ucraino parla di possibili crimini di guerra russi nei villaggi liberati a Kharkiv. La polizia indaga sulla morte di civili che mostrerebbero segni di tortura.