This content is not available in your region

Portogallo: acqua razionata nei resort dell'Algarve

Access to the comments Commenti
Di Eloisa Covelli  Agenzie:  Lusa
euronews_icons_loading
La secca del fiume Zêzere in Portogallo
La secca del fiume Zêzere in Portogallo   -   Diritti d'autore  Sergio Azenha/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Acqua razionata nei resort turistici nella regione dell'Algarve in Portogallo. La riduzione riguarda l'uso per gli spazi verdi e i campi da golf e non il consumo domestico. I ministri dell'Ambiente e dell'Agricoltura hanno annunciato venerdì una serie di misure per far fronte alla siccità record, misure che prevedono anche investimenti per migliorare l'efficienza idrica.

Il ministro dell'Ambiente, Duarte Cordeiro, ha spiegato che le nuove misure, oltre alla riduzione dei consumi nelle località turistiche dell'Algarve, prevedono, per Trás-os-Montes, un'opera per collegare il sistema dell'Alto Rabagão a quello di Arcossó, l'estensione del Pinhão al sistema di approvvigionamento idrico di Vila Chã e la riattivazione della presa di Camba per ridurre il volume nel bacino di Sambade.

La ministra dell'Agricoltura, Maria do Céu Antunes, ha affermato che è stato aperto un avviso di 24,5 milioni di euro affinché gli agricoltori possano richiedere l'installazione di sistemi di precisione e un uso più efficiente dell'acqua.

"Entro fine mese metteremo a disposizione risorse finanziarie di circa 30 milioni di euro per migliorare l'efficienza idrica nello sfruttamento idro-agricolo di Mira, con la realizzazione di una nuova stazione di pompaggio e la riabilitazione dell'intero canale principale, che comprende il posizionamento di pannelli fotovoltaici per evitare l'evapotraspirazione e consentire all'impianto di essere sostenibile", ha detto la ministra.

Maria do Céu Antunes ha sottolineato che il Portogallo sta attraversando una delle peggiori siccità degli ultimi 100 anni, che mette a rischio la produzione agricola. Ha accolto con favore il fatto che oggi esistano piani di emergenza per tutti i bacini idro-agricoli e un sistema di irrigazione più efficiente con interconnessioni tra serbatoi. 

Per quanto riguarda l'uso delle acque reflue trattate, la ministra ha affermato che ad Alqueva è allo studio l'irrigazione dei melograni con quest'acqua. Ci sono anche esperienze di produzione di riso con irrigazione a goccia, che riduce il consumo di acqua del 50%, ha continuato la ministra.

Le acque reflue trattate, ha detto il ministro dell'Ambiente, possono essere utilizzate anche per combattere gli incendi e per la produzione di energia.

Duarte Cordeiro ha sottolineato la necessità per i portoghesi di risparmiare acqua, rilevando che questo è il quinto anno con precipitazioni sotto la media, ma ha assicurato che non ci sono restrizioni sull'acqua per il consumo domestico.

Contemporaneamente è stata lanciata una campagna di sensibilizzazione al risparmio idrico, in cui si dice che un rubinetto aperto un minuto consuma 12 litri d'acqua, che moltiplicati per 10 milioni di persone danno 120 milioni di litri, sufficienti per il fabbisogno quotidiano di base di un milione di persone.