L'europa del sud in fiamme: divampano gli incendi in Spagna, Portogallo, Francia e Croazia

Incendio in Croazia
Incendio in Croazia Diritti d'autore AP/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Ancora fuori controllo l'ondata di incendi che sta travolgendo l'Europa del sud. "Situazione apocalittica" in Francia, più di 4.000 ettari bruciati in Spagna

PUBBLICITÀ

Brucia l’Europa del Sud. Sale a 10 il numero di feriti provocati dall'incendio scoppiato mercoledì intorno alle 11  in un'area boschiva vicino al castello di Palmela (Setubal, nei pressi di Lisbona).

L'incendio ha minacciato la città costringendo all'evacuazione di diversi edifici, e il fuoco ha raggiunto almeno una casa. Continuando ad avanzare pericolosamente verso il Parco Naturale di Arrabida.

In Spagna situazione fuori controllo

Nella vicina Spagna, è ancora fuori controllo l'incendio coppiato quattro giorni fa nella regione di Las Hurdes, in Extremadura, dopo aver bruciato quasi 4.000 ettari (3.000 in Estremadura e quasi 1.000 a Salamanca). Le autorità locali definiscono "incerta" l'evoluzione dell'incendio, dopo una notte in cui le fiamme non hanno dato tregua. 

Secondo le autorità locali, 200 membri dell'Unità Militare di Emergenza (UME) stanno lavorando per spegnere l'incendio. evacuate più di 400 persone. 

"È stato apocalittico"

Anche oltralpe divampano le fiamme. "È stato apocalittico", il commento di Pelletant, sindaco di Landiras, villaggio a 40 chilometri da Bordeaux, in Francia. Fiamme alte 30 metri su un fronte di 600 metri hanno devastato la zona insieme a un altro incendio a Teste de Buch, nella stessa regione. 

Quasi 4.000 ettari di terreno divorati dalle fiamme, la situazione ancora fuori controllo. 

Cielo coperto dal fumo in Croazia

Divampano le fiamme anche in Croazia. L'incendio è stato così potente e vasto che il fumo ha coperto completamente il cielo sopra Vodice e Šibenik: veicoli avvolti dal fumo, circa 20 case bruciate. Se non si riesce a domare il fuoco in breve tempo, affermano le autorità, sarà necessario evacuare la regione di Jadriia, a circa 13 chilometri. 

Circa 150 vigili del fuoco e l'aeronautica militare sono attualmente impegnati nello spegnimento dell'incendio vicino a Zaton, che ha inghiottito alcune case e veicoli, e come riportato dall'Associazione croata dei vigili del fuoco (HVZ), 25 soldati e membri della contea di Lika-Senj con mezzi inviati a sorvegliare l'incendio a Raslina. I vigili del fuoco delle contee di Lika-Senj, Primorje-Gorski Kotar e Karlovac sono stati messi in allerta.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'Europa in fiamme

Ettari in fumo in Europa: brucia la Gironda, seconda vittima in Spagna

Tregua per la Spagna ma Francia e Gran Bretagna scottano sotto i colpi della canicola