This content is not available in your region

Nato, la Finlandia chiede l'adesione. La richiesta della Svezia nei prossimi giorni

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
euronews_icons_loading
Vertice Nato
Vertice Nato   -   Diritti d'autore  Heikki Saukkomaa/Lehtikuva

Sulla classica fotografia scattata alla fine di un futuro vertice Nato dei ministri degli Esteri ora potrebbero andare ad aggiungersi due membri in più. Finlandia e Svezia. Il primo, paese storicamente neutrale, ha operato una svolta cruciale e ha chiesto ufficialmente l’ingresso nell'Alleanza Atlantica. La richiesta di Stoccolma dovrebbe invece partire nei prossimi giorni, forse già questo martedì.

La guerra in Ucraina, la minaccia del nucleare da parte della Russia, hanno spinto Helsinki e Stoccolma a voler rafforzare la propria sicurezza. Il Segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, ha parlato di una svolta storica. L’adesione e l’entrata nell’Alleanza di Finlandia e Svezia dimostrerà che la nostra porta è sempre aperta e che qualsiasi forma di aggressione non paga mai."

Un cambio di linea che non piace a Mosca e fino a qualche giorno fa nemmeno ad Ankara. Poi una piccola apertura. Per il Ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, Svezia e Finlandia devono fornire chiare garanzie di sicurezza e revocare i divieti di esportazione alla Turchia. Una posizione che secondo Stoltenberg non è tuttavia un tentativo di bloccare l’adesione ma l’Alleanza deve aumentare la propria capacità di difesa.

L'esercito finlandese si addestra

Le parole di Stoltenberg sono state condivise dalla premier finlandese, Sanna Marin, che guarda con sospetto e paura alla Russia di Vladimir Putin. "Quello che vediamo oggi è un paese molto diverso da quello che era solo pochi mesi fa. Tutto è cambiato quando la Russia ha deciso di attaccare l'Ucraina. Per questo motivo non possiamo più fi-darci e guardare a un futuro tranquillo fuori dalla Nato. La nostra decisione è un atto di pace.”

In attesa di entrare nella Nato, la Finlandia L’associazione dei riservisti prevede che i suoi membri raddoppino quest’anno passando a 100.000 membri. Le forze arma-te possono contare su circa 21500 uomini e donne in servizio attivo. Nei campi di addestramento i civili imparano a usare le armi, ma anche rudimenti di primo soccorso e tecniche di difesa. Secondo gli istruttori del campo, 80% della popolazione adulta finlandese partecipa a questi atelier almeno una volta all'anno.

Partner stretti, ma ancora ancora membri

La Finlandia e la Svezia sono attualmente partner stretti della NATO (e partecipano alle esercitazioni, come "Cold Response 2022", in Norvegia), ma non ancora membri. Un loro ingresso ufficiale cambierebbe radicalmente la situazione geopolitica nell'area scandinava.

La premier finlandese Sanna Marin (36 anni) aveva incontrato, mercoledì, la Prima Ministra svedese Magdalena Andersson (55 anni) a Stoccolma per parlare dell'adesione. La base è un documento/rapporto di sicurezza attuale sui vantaggi e gli svantaggi dell'adesione alla NATO. Questo include, prima di tutto, la reazione di Mosca.