This content is not available in your region

Il peso della Brexit. In Irlanda del Nord il DUP blocca la nuova legislatura

Access to the comments Commenti
Di euronews
euronews_icons_loading
Irlanda del Nord
Irlanda del Nord   -   Diritti d'autore  Peter Morrison/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

In Irlanda del Nord il Partito Unionista Democratico ha bloccato il ripristino di un'amministrazione con condivisione del potere nella provincia a gestione britannica. Lo stop è arrivato nel giorno in cui i nuovi membri eletti dell'Assemblea si sono riuniti per la prima volta nella sala di Stormont.

Il leader del Partito, Jeffrey Donaldson, ha dichiarato non ci sarà alcuna elezione di un oratore fino a quando il governo britannico e l'Unione Europea non risolveranno le questioni relative al Protocollo dell'Irlanda del Nord che regola il commercio post-Brexit nella regione.

Secondo quanto stabilito dall’accordo di pace del Venerdì Santo del 1998, che ha posto fine a tre decenni di spargimento di sangue settario nella regione, i nazionalisti e gli unionisti de-vono concordare un oratore prima di eleggere un governo intercomunitario. Ora la decisione del DUP significa che l'Assemblea non potrà discutere la nomina di un Primo Ministro e di un Vice Primo Ministro. Il partito aveva già detto che avrebbe bloccato la formazione di un esecutivo. I ministri del governo britannico hanno più volte fatto sapere che che l'Unione Europea deve fare concessioni sul protocollo per conquistare la comunità unionista.

La scorsa settimana il Sinn Fein ha sostituito il DUP come partito più grande della regione dopo le elezioni legislative. La storica vittoria del partito nazionalista irlandese di sinistra, ha di fatto aperto la prospettiva di una riunificazione dell’Irlanda del Nord sotto le insegne della Repubblica d’Irlanda.

In una dichiarazione pubblicata sul sito web del DUP, Donaldson ha detto che le preoccupazioni degli unionisti sul Protocollo dell'Irlanda del Nord non sono solo un bisticcio politico, definendo il protocollo "una sfida diretta ai principi che hanno sostenuto ogni accordo raggiunto in Irlanda del Nord negli ultimi 25 anni".