EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Est Ucraina: offensiva russa in vista, le autorità esortano i residenti ad evacuare

AP Photo
AP Photo Diritti d'autore AP/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
Diritti d'autore AP/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

A poco più di un mese dall'inizio della guerra e giorni dopo che le truppe ucraine hanno ripreso il controllo di molte aree precedentemente occupate dai russi, la cronaca recente sta facendo emergere un sistematico modello di distruzione e uccisione di civili

PUBBLICITÀ

A poco più di un mese dall'inizio della guerra e giorni dopo che le truppe ucraine hanno ripreso il controllo di molte aree precedentemente occupate dai russi, la cronaca recente sta facendo emergere un sistematico modello di distruzione e uccisione di civili.

A nord-ovest di Kiev si trova il villaggio di Andriivka, occupato per settimane dalle forze russe.

I militari russi sembrano ora diretti verso l'Ucraina orientale: gli esperti quantificano in una settimana il tempo necessario affinché siano predisposti ad iniziare quella che il Cremlino definisce "la liberazione della regione del Donbass".

AP/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
AP PhotoAP/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Le autorità ucraine esortano a più riprese i residenti nell'est del Paese ad evacuare, in prossimità dell'imminente offensiva russa, con specifico riferimento agli abitanti delle regioni di Donetsk e Luhansk.

In occasione del suo ultimo discorso televisivo, il presidente Volodymyr Zelensky ha giurato di "continuare a combattere" sino a quando la Russia non inizierà a volere seriamente la pace.

Un funzionario della città di Hostomel, intanto, riferisce di oltre 400 persone disperse: assieme a Bucha e Irpin, la città è tra quelle ad aver subito il peso maggiore dell'avanzata russa sulla capitale Kiev.

In tanta desolazione, un piccolo bagliore è rappresentato dalla messa in sicurezza di circa 1.000 rifugiati dopo che la Croce Rossa è riuscita a portare in salvo un convoglio dalla città di Mariupol.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Chernihiv: distrutto il 70% degli edifici, 700 i morti tra civili e militari

"Se l'Ucraina resiste a Slovyansk, la campagna russa per le regioni di Donetsk e Lugansk fallirà"

"In Ucraina violenze sessuali su anziani e bambini poi uccisi dai russi"