This content is not available in your region

Il paese meno vaccinato d'Europa: la Bulgaria

Access to the comments Commenti
Di Julián López Gómez - Edizione italiana: Cristiano Tassinari
euronews_icons_loading
"Uguali diritti al lavoro", recita questa scritta. Manifestazione a Sofia contro il certificato verde. 28.10.2021.
"Uguali diritti al lavoro", recita questa scritta. Manifestazione a Sofia contro il certificato verde. 28.10.2021.   -   Diritti d'autore  AP/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.

Con appena il 25% della popolazione completamente vaccinata, la Bulgaria ha di gran lunga il più basso tasso di vaccinazione dell'intera Unione europea.

I problemi logistici, l'instabilità politica e l'enorme sfiducia nelle istituzioni pubbliche stanno ostacolando drammaticamente gli sforzi di vaccinazione.

Quali sono le conseguenze?
È troppo tardi per la Bulgaria per recuperare il ritardo?

Il nostro reporter Julián López Gómez è andato a Sofia per scoprirlo.

Euronews
Il nostro inviato a Sofia.Euronews

"Non voglio far parte di un esperimento"

Sono tanti i raduni organizzati spontaneamente in tutta la Bulgaria ogni settimana, praticamente ogni giorno, contro i vaccini e il certificato verde sanitario.

"Queste vaccinazioni sono come la storia che si ripete. Come all'epoca della Seconda Guerra Mondiale e degli ebrei. Ma, questa volta, tutti ebrei. Se non sei vaccinato, la gente comincia ad odiarti", racconta un uomo, incontrato ad uno di questi raduni.

Una donna rincara la dose: "I produttori dicono che i vaccini rimarranno sperimentali fino al 2023/2024. Non voglio far parte di un esperimento!"

"Problemi logistici e instabilità politica"

L'inviato di Euronews:
"Cosa stanno facendo le istituzioni politiche della Bulgaria per combattere questa aperta opposizione ai vaccini? Siamo andati al Ministero della Salute per scoprirlo".

Il vice-ministro della Salute ad interim dà la colpa dello scarso tasso di vaccinazione a problemi logistici e all'instabilità politica: In Bulgaria ci sono state tre elezioni parlamentari in appena otto mesi.

Ma le cose stanno migliorando, sostiene.

Dichiara il vice-ministro della Salute, Aleksandar Zlanatov:

"Il tasso di vaccinazione è ora tre volte superiore a quello di agosto. Ci aspettiamo che questo tasso aumenti di quattro o cinque volte da qui alla fine di dicembre".

Euronews
Il vice-ministro della Salute durante l'intervista.Euronews

Ma questi numeri ottimistici si traducono davvero in realtà?

In uno dei centri di vaccinazione più attivi della capitale, Sofia, con una capacità di vaccinare fino a 2000 persone al giorno, la media dei vaccinati in questi giorni è solo di circa 700 persone.

Una donna ha appena fatto l'iniezione.
"Ho bisogno di prendermi cura di me stessa. È nel mio interesse. Questa è la mia terza dose. Non ho paura del vaccino".

Un uomo si sta rivestendo, dopo il vaccino.
"Vaccinarsi non è obbligatorio ma è necessario. È l'unica difesa che abbiamo. È necessario per me e per gli altri. Questo è quello che penso".

E nel nuovo Parlamento...

Un partito di estrema destra è appena entrato nel nuovo Parlamento bulgaro con un programma apertamente anti-Vax...

La Bulgaria rischia di fare i conti ancora a lungo con la sua problematica campagna di vaccinazione.