ULTIM'ORA
This content is not available in your region

9/11, al via le commemorazioni per i 20 anni dagli attacchi terroristici

Access to the comments Commenti
Di euronews con Ansa
euronews_icons_loading
9/11, al via le commemorazioni per i 20 anni dagli attacchi terroristici
Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Alla vigilia delle cerimonie per i 20 anni dagli attacchi alle torri gemelle, l'America si ritrova unita sotto una sola bandiera. Quella dell'unità contro il terrore. E nel discorso registrato di Joe Biden, questo è il pilastro portante del pensiero dell'inquilino della Casa Bianca.

"Siamo stati colpiti nel nostro punto più vulnerabile, nella nostra umanità. Nella battaglia per l'anima dell'America, l'unità è la nostra più grande forza. Unità non significa che dobbiamo credere la stessa cosa. Ma dobbiamo avere fondamentale rispetto e fiducia l'uno nell'altro".

"Mentre continuiamo a riprenderci da questa tragedia, sappiamo per certo che non c'è nulla che l'America non possa superare": lo afferma Joe Biden proclamando il 10 e l'11 settembre 'Giorni nazionali di preghiera e ricordo' in occasione del ventennale degli attacchi di Al-Qaida alle Torri Gemelle e al Pentagono. "I semi del caos, piantati quel settembre da coloro che desideravano ferirci, sono fioriti invece in campi di speranza per un futuro più luminoso", sottolinea, assicurando che le vittime dell'11/9 non saranno "mai dimenticate".

L'11 settembre ricordiamo coloro che hanno perso la vita e onoriamo coloro che hanno rischiato tutto per aiutarli". Così su Twitter la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

"Anche nei momenti più bui e difficili, il meglio della natura umana può trasparire - aggiunge -l'Ue è al fianco degli Usa nella difesa della libertà e della compassione contro l'odio".

"L'11 settembre ha cambiato la storia del mondo. Quel giorno rimane una ferita aperta in tutti i nostri cuori, non sarà mai dimenticato". Lo scrive sempre su Twitter il presidente del Parlamento europeo David Sassoli.

"Venti anni dopo, la lotta al terrorismo non è finita. Resteremo sempre vigili", conclude.

E il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, "Ricordiamo le vittime e il nobile sacrificio di tanti soccorritori e operatori umanitari - precisa Michel -. L'Ue sta dalla parte degli Stati Uniti e del loro presidente nella continua lotta al terrorismo e all'estremismo in tutte le sue forme".