ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Sanzioni, la risposta di Cuba: "Gli Usa non hanno l'autorità per imporle"

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Sanzioni, la risposta di Cuba: "Gli Usa non hanno l'autorità per imporle"
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Un copione in parte già visto: gli Stati Uniti decidono le sanzioni per Cuba, dopo la repressione delle proteste contro la carenza di cibo e medicinali, i vertici del governo cubano - che declina la nuova versione del castrismo - tengono la linea.
La replica arriva dal ministro degli Esteri, Bruno Rodríguez: "Il governo degli Stati Uniti non ha alcuna autorità legale, politica o morale per sanzionare persone in tutto il mondo quando è noto che si dedichi a comportamenti repressivi altamente discutibili".

Prima della repressione della protesta, il presidente americano Biden aveva dichiarato che Cuba non era una priorità dell'agenda estera della sua amministrazione.
Le sanzioni nei confronti del ministro della difesa cubano Alvaro Lopez Miera e della brigata speciale del ministero dell'interno rimettono tutto in discussione.
Un iter inedito, quello deciso dal Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, con il congelamento dei beni ai funzionari cubani ritenuti responsabili di violazioni dei diritti umani.

"Non mi aspetto che questa sia la somma totale delle nostre azioni - spiega il portavoce del Dipartimento di Stato americano, Ned Price - continueremo a vedere cos'altro possiamo fare, non solo per sostenere il popolo cubano, ma anche per marcare la responsabilità di coloro che siano così sfrontati nei loro sforzi e tentativi di violare i diritti umani".

Le autorità cubane incolpano l'embargo statunitense per la grave crisi in atto. Anche la situazione sanitaria è critica: oltre alla pandemia di Covid, all'Avana e in altre 12 città cubane si sono diffusi diversi focolai di colera.