ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid: il flop del vaccino tedesco Curevac, preoccupano le varianti

Di Euronews
euronews_icons_loading
il quartier generale di CureVac a Tubinga
il quartier generale di CureVac a Tubinga   -   Diritti d'autore  Sebastian Gollnow/(c) Copyright 2021, dpa (www.dpa.de). Alle Rechte vorbehalten
Dimensioni di testo Aa Aa

Il vaccino CVnCoV contro il Covid-19 dell'azienda farmaceutica Curevac di Tubinga non ha raggiunto l'efficacia prevista. A rivelarlo sono i dati diffusi dalla stessa compagnia, che evidenzierebbero come il vaccino sia scarsamente efficace soprattutto contro le cosiddette "varianti di preoccupazione".

"In questa analisi ad interim - si legge in una dichiarazione di Curevac - è stato esaminato un totale di 134 casi COVID-19. Di questi, 124 sono stati sequenziati per identificare le varianti che hanno innescato la rispettiva infezione. È stato riscontrato che solo un caso era il SARS-CoV originale. Più della metà dei casi (57%) sono stati causati dalle cosiddette 'Varianti di preoccupazione'. La maggior parte dei casi rimanenti riguardava varianti meno studiate come Lambda o C.37 (21%), che sono apparse per prime in Perù, e B.1.621 (7%), che è apparso per la prima volta in Colombia. Un'efficacia potrebbe essere registrata nei partecipanti allo studio più giovani, mentre non è stato possibile trarre conclusioni sull'efficacia nei partecipanti di età superiore ai 60 anni. "

Negli Stati Uniti, le azioni Curevac hanno registrato pesanti perdite dopo la notizia: il titolo è arrivato a perdere più del 40% per poi chiudere la seduta a -38,99%.

“Avevamo sperato in risultati più forti nell'analisi intermedia, ma abbiamo visto che è una sfida raggiungere un alto livello di efficacia con questa gamma di varianti senza precedenti. Continueremo lo studio con almeno 80 casi in più fino all'analisi finale. L'efficacia finale potrebbe ancora cambiare ", ha affermato il dott. Franz-Werner Haas, CEO di CureVac. "A causa del diverso ambiente, mostra anche che lo sviluppo di vaccini di seconda generazione è molto importante in quanto nuove varianti continuano ad emergere".

Attenti alle varianti

Un tedesco su due ha ricevuto almeno una dose del vaccino contro il coronavirus, annunciano le autorità sanitarie, che tuttavia mettono in guardia contro il dilagante autocompiacimento.

Si prevede, infatti, che la variante Delta diventerà il ceppo dominante, il che preoccupa non poco i vertici medici del Paese.

La variante identificata per la prima volta in India, che ora si sta diffondendo rapidamente nel Regno Unito ma non solo, è raddoppiata nell'ambito delle nuove infezioni in Germania, nell'ultima settimana.