ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Parlamento europeo approva il passaporto sanitario, ma qualcuno nutre dubbi

euronews_icons_loading
Pictures
Pictures   -   Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

E mentre l'Europa lentamente riapre e continua il dibattito sul cosiddetto passaporto vaccinale, sorgono anche alcuni interrogativi circa le protezione dei dati personali legati a questo documento.

Dubbi che esprime Vincenzo Sofo, giovane eurodeputato ECR: "Il (passaporto vaccinale) è uno strumento di cui si capisce la necessità per far ripartire il turismo. E' una cosa molto importante per l'Italia, ma ha ancora molte incognite che debbono essere affrontate. La prima riguarda l'utilizzo e la gestione dei dati personali e della privacy. La Commissione ha assicurato che ci saranno tutte le tutele del caso, ma non ha ancora spiegato come avverranno queste tutele. Chi e come gestirà questi dati. Altro dubbio è fino a quando durerà questo passaporto sanitario per muoversi. Noi abbiamo chiesto come gruppo dei Conservatori Europei che sia limitato alla crisi Covid, cioè che non diventi uno strumento perpetuo per potersi muovere tra paesi".

Passaporto vaccinale, molti paesi non lo vogliono

La campagna vaccinale intanto continua a spron battuto in tutta Europa e i numeri sembrano dare ragione. I dubbi riguardo l'efficacia dei preparati diminuiscono e con l'estate alle porte la speranza di poter tornare a viaggiare sembra aver impresso un accelerata al processo.