ULTIM'ORA
Advertising
This content is not available in your region

"Abbracciarsi con cautela": in Inghilterra imminente l'allentamento della distanza sociale

avventori ai tavoli allestiti fuori dai pub di Soho, Londra, lunedì 12 aprile 2021
avventori ai tavoli allestiti fuori dai pub di Soho, Londra, lunedì 12 aprile 2021   -   Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

I britannici non saranno magari un popolo conosciuto per una particolare inclinazione alla fisicità; ma il Governo di sua Maestà ha comunque voluto rimarcare come amici e familiari potranno presto ricominciare "cautamente" ad abbracciarsi in Inghilterra

ll premier Boris Johnson dovrebbe annunciare a momenti la prossima fase nell'allentamento delle restrizioni: una circostanza già anticipata lo scorso venerdì dal Cancelliere Michael Gove, che aveva sottolineato come Downing Street desiderasse veder tornare al più presto, seppur con tutte le precauzioni del caso, il "contatto amichevole" tra i cittadini britannici.

Si torna a viaggiare all'estero

Sempre venerdì, il governo ha inoltre rivelato una prima lista di paesi "sicuri" che - a partire dal 17 maggio, quando il nuovo allentamento diverrà effettivo - i residenti saranno autorizzati a visitare, senza obbligo di quarantena al ritorno.

In lista "verde" ci sono al momento Portogallo, Gibilterra, Israele, Australia, Nuova Zelanda, Singapore, Brunei, Islanda e le Isole Faroe, oltre a diverse piccole isole remote che costituiscono territori britannici d'oltremare.

L'Italia per il momento resta invece in lista "gialla" - vale a dire che il test al ritorno resta obbligatorio - assieme a Spagna, Francia e Grecia; mentre la quarantena in hotel, per un costo di quasi 1.800 steriline a carico del discente, sarà obbligatoria per chi faccia rientro da India, Emirati Arabi Uniti, Brasile e Sud Africa (cosiddetta lista "rossa", che presto dovrebbe includere anche Turchia e Maldive).

Contatto amichevole

Oltre all'apertura dei viaggi internazionali. una serie di altri cambiamenti sono previsti in tutta l'Inghilterra, con Michael Gove che ha suggerito domenica che i membri della famiglia e gli amici potrebbero presto essere autorizzati ad avere un "contatto amichevole" e "intimo", compresi gli abbracci.

Una decisione deve ancora essere presa, tuttavia, ma ci si aspetta che Johnson dedichi almeno una parte del suo annuncio alle "coccole consentite". Nel frattempo, sui quotidiani britannici i commenti di Gove hanno dato la stura a una serie di i titoli e commenti, spesso apertamente sarcastici, sui piani di governo per gli "abbracci cauti" in Inghilterra.

"Ho cercato di essere il più obbediente possibile durante questa pandemia - ha commentato nel weekend l'attore e comico inglese Stephen Fry - ma confesso che potrei non essermi costantemente astenuto dall'abbracciare i membri della famiglia. Comunque, è bello sapere che presto sarà permesso. Se mi vedete per strada, scappate".

La regola dei sei

Oltre ad avere un contatto più stretto, ci si aspetta che in tutta la Gran Bretagna i cittadini siano autorizzati a riunirsi al chiuso in gruppi di massimo sei persone o due famiglie, compresi i ristoranti e altri luoghi pubblici.

All'aperto, invece, i britannici saranno autorizzati a incontrarsi in gruppi grandi fino a 30 persone.

Nel mezzo di una campagna vaccinale ad alta velocità, i casi giornalieri e i tassi di mortalità in Gran Bretagna sono crollati, con due vittime segnalate nella giornata di ieri (domenica 9 maggio).

La revoca delle restrizioni si applicherà alla sola Inghilterra, tuttavia, mentre i governi locali di Scozia, Irlanda del Nord e Galles seguono le rispettive tabelle di marcia.