ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Bce: "Ripresa ancora incerta, offuscata dalla pandemia"

Di Euronews
euronews_icons_loading
Bce: "Ripresa ancora incerta, offuscata dalla pandemia"
Diritti d'autore  Olivier Matthys/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora presto per parlare di ripresa, l'economia dell'eurozona è ancora sotto tutela e - come ha detto la presidente della Bce, Christine Lagarde - ha bisogno del sostegno sia della banca centrale che delle istituzioni europee e nazionali. La Bce ha lasciato i tassi d'interesse ai minimi storici e ha ribadito il suo stimolo all'acquisto di obbligazioni per 1,85 trilioni che, a suo dire, durerà almeno fino a marzo 2022. Poco meno della metà di quell'importo rimane da usare nei prossimi mesi. Gli acquisti regolari utilizzando denaro appena creato - un potere chiave delle banche centrali - abbassano i costi di prestito a lungo termine per le aziende, i consumatori e i governi.
Il tasso di riferimento rimane a meno 0,5%.

"Mentre la ripresa della domanda globale e il considerevole stimolo fiscale stanno sostenendo l'attività globale e della zona euro, le prospettive economiche a breve termine rimangono offuscate dall'incertezza sulla recrudescenza della pandemia e sul lancio delle campagne di vaccinazione", ha detto Lagarde.

"Il protrarsi della pandemia è dunque una variabile al ribasso" La Bce ritiene che il pacchetto Next Generation Eu sia fondamentale per la ripartenza e sottolinea "l'urgenza che diventi operativo senza ritardi". L'invito è ai singoli Stati membri: serve - dice Lagarde - una ratifica "tempestiva" della decisione sulle risorse proprie. Um passaggio che consentirà alla Commissione europea di emettere i bond per finanziarlo.