ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Ungheria: migliaia di ebrei ultra ortodossi sulla tomba del "rabbino dei miracoli"

euronews_icons_loading
Ungheria: migliaia di ebrei ultra ortodossi sulla tomba del "rabbino dei miracoli"
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Hanno sfidato la pandemia e le restrizioni pur di visitare la tomba del "rabbino dei miracoli" a Bodrogkeresztúr. Migliaia di ebrei ultra ortodossi, arrivati da diversi paesi, si sono radunati in questo piccolo villaggio dell'Ungheria orientale.

"È un luogo molto speciale, ci racconta un pellegrino arrivato da Londra. Un luogo sacro e sono migliaia e migliaia le persone che vengono qui a pregare e ad assistere a miracoli sorprendenti".

Il chassidismo ha avuto origine nell'Europa centrale e orientale nel XVIII secolo, ma ora ha fedeli in tutto il mondo come Stati Uniti, Regno Unito, Belgio e Israele. Ogni anno arrivano in Ungheria meta di culto. Una donna proveniente da Gerusalemme ci ha raccontato che spesso accadono davvero miracoli a coloro che pregano sulla tomba di questo rabbino. "Mio figlio ha sofferto molto quando era nell’esercito. Sono venuta qui per pregare per lui. E’ sposato ed è appena diventato padre."

La gente del posto non è molto entusiasta di questo pellegrinaggio a causa del Covid-19. Sono in molti ad essere preoccupati per l’andamento dei contagi nel Paese alle prese con la terza ondata. “Sono rimasto sorpreso a vedere nel villaggio così tanta gente, fa notare un residente. “C’è davvero una gran folla che gira per le strade. Ci sono assembramenti. Non si mantengono le distanze perché è impossibile.”

Chi vede i lati negativi e chi quelli positivi. Come alcuni ristoratori. "Tutti questi fedeli stanno portando lavoro a moltissime persone. Portano molti soldi e spendono centinaia e centinaia di euro ogni anno durante il classico pellegrinaggio in Ungheria."

Prima dell'Olocausto nei villaggi vicini c’era una forte presenza di ebrei. Poi i loro discendenti sono emigrati, sono andati negli Stati Uniti o in Israele. Il pellegrinaggio è un ritorno alle loro origini. Alcuni hanno anche deciso di restare. Parecchi fedeli negli ultimi anni hanno acquistato decine di palazzi, facendo lievitare i prezzi degli immobili nel centro di Bodrogkeresztúr. La casa accanto all’abitazione della famiglia del rabbino un tempo valeva 30mila euro. Ora è stata venduta per 500mila euro.