ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Scontri a Belfast, torna la paura per l'Irlanda del Nord

Di redazione italiana
euronews_icons_loading
Scontri a Belfast, torna la paura per l'Irlanda del Nord
Diritti d'autore  Peter Morrison/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Non c'è pace in Irlanda del Nord. Gli episodi di violenza delle ultime ore rimandano a scenari sinistri che nessuno vuole rivedere.

Le forze dell'ordine e autorità governative sono impegnate nel ripristinare calma e ordine, anche se quella appena trascorsa è stata un'altra notte di disordini.

Unione europea come Stati Uniti non celano la propria preoccupazione, il portavoce della Commissione europea Eric Mamer: "Ovviamente condanniamo con la massima fermezza gli atti di violenza che si sono verificati in Irlanda del Nord negli ultimi giorni. Nessuno ha nulla da guadagnare da questo. Chiediamo a tutti coloro che sono coinvolti di astenersi da questi atti violenti".

E dal dipartimento di Stato americano, il portavoce Ned Price ha aggiunto:

"Siamo profondamente preoccupati per la violenza nell'Irlanda del Nord e ci uniamo ai leader britannici, irlandesi e nordirlandesi nel loro appello alla calma. Restiamo fermi sostenitori di un l'Irlanda del Nord in cui tutte le comunità hanno voce e tutte le comunità godono dei guadagni di una pace conquistata a fatica ".

Dall'accordo del Venerdì Santo nel 1998, l'Irlanda del Nord ha assistito a sporadici episodi di violenza.

Questi ultimi sono dovuti alle tensioni crescenti sulle regole commerciali post Brexit. Il timore è che possano interferire sull'equilibrio che resta comunuqe precario tra cattolici e protestanti.