ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Germania: il tonfo della CDU in vista delle elezioni di settembre

euronews_icons_loading
Germania: il tonfo della CDU in vista delle elezioni di settembre
Diritti d'autore  Tobias Schwarz/AFP or licensors
Dimensioni di testo Aa Aa

Non è una legge matematica, ma chi governa- di solito - fatica a mantenere il consenso. La Germania dei Länder fa eccezione: le elezioni amministrative del Baden-Württemberg e della Renania-Palatinato premiano i presidenti uscenti, rispettivamente in quota Verdi e Spd.
Tonfo dei cristiano-democratici della Merkel, che pagano sia le scelte per la gestione della crisi che gli scandali che li hanno coinvolti sulle provvigioni per le mascherine.

"Per dirla tutta, questa non è una buona serata elettorale per la CDU - commenta il segretario generale del partito, Paul Ziemiak - "Ogni voto conta, la campagna per le elezioni di settembre sarà dura e noi lotteremo per mantenere la Germania al centro".

Nei due Länder, la nuova Cdu post Merkel, presieduta da Armin Laschet, incassa dunque il peggiore risultato della sua storia.

Seconfo Matthias Dilling, docente di politica comparata all'Università di Oxford, "un altro indicatore che dovrebbe preoccupare la CDU, andando avanti, è che il partito sembra soffrire in un contesto in cui non può appoggiarsi su un candidato popolare. In particolare, sembra che arrivino indicazioni dall'opinione pubblica sul fatto che sempre meno persone considerano la CDU come il partito più competente quando si tratta di economia e questa potrebbe essere una bella sfida in vista del voto di settembre".

Fatta la tara al voto amministrativo, che poggia sulle specificità regionali e sulla popolarità dei governatori, l'esito elettorale sembra avere un impatto significativo anche sul fronte della candidatura alla Cancelleria e sulla scelta di chi dovrà guidare la sfida elettorale. I sondaggi nazionali segnano per la CDU una caduta dal 40% dei consensi a poco più del 30 in questi giorni.