Proteste in Georgia dopo l'arresto del leader dell'opposizione Nika Melia

Proteste a Tbilisi dopo l'arresto del leader dell'opposizione Nika Melia
Proteste a Tbilisi dopo l'arresto del leader dell'opposizione Nika Melia Diritti d'autore Shakh Aivazov/AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Migliaia di manifestanti antigovernativi si sono radunati in Georgia dopo l'arresto del leader dell'opposizione, Nika Melia, che ha aggravato la crisi politica scoppiata dopo le contestate elezioni dello scorso anno

PUBBLICITÀ

Centinaia di persone si sono accampate davanti al parlamento di Tbilisi per protestare contro l'arresto del leader dell'opposizione Nika Melia, a seguito di un raid della polizia in tenuta antisommossa nel quartier generale del Movimento nazionale unito. L'uomo, accusato di aver istigato alla violenza manifestanti anti-russi scesi in piazza nel giugno del 2019, non aveva pagato una cauzione di 40.000 lari, circa 9900 euro.

Contro la sua incarcerazione si era schierato l'ex primo ministro Giorgi Gakharia, che non voleva alimentare nuove tensioni nel Paese dopo le contestate elezioni del novembre scorso, vinte dal suo partito Sogno georgiano. Il 18 febbraio il Premier aveva dato le dimissioni. 

A prendere il suo posto è stato il collega di partito Irakli Gharibashvili, che ha chiesto a tutte le forze politiche la disponibilità al confronto e al dialogo.

L'opposizione sta organizzando tuttavia una marcia di protesta venerdì, per chiedere nuove elezioni e il rilascio dei prigionieri politici. Secondo i media locali oltre a Melia, sono state arrestate una ventina di persone presso gli uffici del Movimento nazionale unito.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Georgia: drammatico arresto del leader dell'opposizione Nika Melia

Georgia, il premier Gakharia rassegna le dimissioni

Georgiani ancora in piazza, contro i presunti brogli alle parlamentari