ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid in Italia. Rapporto "censurato" dall'OMS: "Tedros sapeva"

euronews_icons_loading
Il rapporto OMS sulla gestione della pandemia in Italia
Il rapporto OMS sulla gestione della pandemia in Italia   -   Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

L'autore del rapporto torna a parlare a Report: "Pressioni da Guerra. Tedros sapeva"

Pressioni e connivenza dai vertici dell'OMS sulla censura dello studio sulla gestione italiana della pandemia. L'autore del report, pubblicato e poi subito rimosso dal sito dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, chiama in causa anche il Segretario Generale Tedros e - alla trasmissione "Report" che aveva sollevato il caso - conferma le pressioni subite dal direttore aggiunto Ranieri Guerra.

Cecilia Fabiano/LaPresse
Pazienti Covid in ItaliaCecilia Fabiano/LaPresse

L'analisi informatica di Report: "Piano pandemico 'ri-linkato' ma mai aggiornato dal 2006"

"Una persona molto in alto nella gerarchia - dice Francesco Zambon - voleva che ne modificassi le date. Di fatto, la persona in questione voleva che dichiarassi il falso. E questo perché il piano pandemico, in Italia - quello a cui si è cioè inizialmente fatto riferimento per contrastare la pandemia - risaliva al 2006. Si trattava quindi di un piano vecchio di 14 anni. E la persona, che lavora per l'Organizzazione Mondiale della Sanità, voleva che modificassi le date, dicendo che era stato aggiornato nel 2016-2017".

Come dimostrato da "Report" grazie a un'analisi informatica della sua versione digitale, dal 2006 il rapporto era stato semplicemente "ri-linkato" senza subire alcuna modifica, neanche in numerose date, nel frattempo sorpassate. A mettere in imbarazzo l'OMS sembra sia quindi stata soprattutto la cattiva luce in cui il rapporto avrebbe messo il governo italiano. Zambon sostiene gli sia anche stato anche detto che avrebbe rischiato di compromettere i finanziamenti promessi da Roma.

Euronews
L'ingresso alla sede OMS di GinevraEuronews

"La persona che mi ha inviato delle email e chi mi ha chiamato per fare pressione - esplicita ora Zambon - era Ranieri Guerra, il direttore vicario dell'OMS. Una persona quindi molto in alto nella gerarchia e che, inoltre, dal 2014 al 2017 era stato direttore della prevenzione. La persona che, tra l'altro, è quindi responsabile proprio del piano pandemico".

Tornando sul caso, Report ha mostrato una email con cui Zambon, in cui informava il direttore generale dell'OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, della rimozione del suo report dal sito caso dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, già lo scorso 28 maggio.

Mark Schiefelbein/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Il direttore generale dell'OMS Tedros Adhanom GhebreyesusMark Schiefelbein/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.