ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid: Londra si prepara all'inverno con un piano anti pandemia che potrebbe non bastare

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Covid: Londra si prepara all'inverno con un piano anti pandemia che potrebbe non bastare
Diritti d'autore  Ronald Zak/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Abbassamento della curva dei contagi, test e vaccino sono i tre punti su cui si basa il governo britannico per sconfiggere il coronavirus.

La notizia che AstraZeneca e l'Università di Oxford abbiano preparati che promettono altissime percentuali di efficacia è stata motivo di speranza, ma Boris Johnson dice che "il Regno Unito non è ancora fuori pericolo.

Ha pubblicato il suo nuovo "Piano per l'inverno" con misure regionali a tre livelli, post blocco, per diverse aree di infezione. E stanno anche anche aumentando i test rapidi.

Così Boris Johnson, Primo Ministro britannico: "Anche se tutti e tre i vaccini sono approvati, anche se i tempi di produzione sono rispettati, e i vaccini notoriamente hanno dei ritardi nella produzione, ci vorranno mesi prima che possiamo essere sicuri di aver inoculato chiunque abbia bisogno di un vaccino. E quei mesi saranno difficili. Sono i mesi freddi di gennaio e febbraio, quando il servizio sanitario è già messo sotto pressione. Ed è per questo che, quando usciremo dal blocco, la prossima settimana, non dobbiamo buttare via quello che siamo riusciti ad ottenere finora".

L'Italia è ormai diventata la sesta nazione al mondo a superare i 50.000 morti, e la seconda in Europa dopo la Gran Bretagna.

Il governo sta ancora resistendo all'imposizione di un altro blocco concentrandosi invece sulle restrizioni regionali e sul coprifuoco notturno a livello nazionale.

Le autorità dicono che le misure che includono la chiusura di bar e ristoranti nelle zone più colpite stanno avendo un effetto.

Nel frattempo l'OMS è preoccupata che le celebrazioni natalizie possano causare un picco di infezioni.

Maria Van Kerkhove, responsabile tecnico dell'OMS su Covid-19 ha detto: "Fortunatamente, molte persone in tutto il mondo hanno accesso alla possibilità di connettersi virtualmente e penso che questo potrebbe essere il modo in cui molte aree devono andare, ma voglio dire che anche se non potete festeggiare insieme quest'anno, puoi trovare modi per festeggiare quando tutto questo sarà finito".

La situazione rischia invece di precipitare in Grecia. Gli ospedali nella nazione stanno monitorando un'ondata di casi di virus nella seconda città del paese, Salonicco. I funzionari dicono che si stanno preparando al peggio con solo il 4% di letti rimasti vacanti nelle unità di terapia intensiva.