ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Brexit, tra Londra e Bruxelles nessuna schiarita

euronews_icons_loading
Brexit, tra Londra e Bruxelles nessuna schiarita
Diritti d'autore  Aris Oikonomou/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

I difficili sviluppi della Brexit sono al centro delle discussioni a Bruxelles tra i ministri dei paesi dell'Unione europea.

Per la settimana prossima è in agenda un nuovo round di colloqui tra l'Unione e Londra, in vista dei quali gli esponenti europei, come il ministro tedesco Michael Roth, fanno appello al governo britannico a "fermare i giochi", ricordando che nel poco tempo rimasto prima della fine della fase transitoria, il 31 dicembre, serve definire "una base equa per ulteriori negoziati".

Alle pressioni tendenzialmente indignate da parte europea il premier britannico Johnson, che ha già accolto le richieste di alcuni deputati conservatori ribelli, risponde con un ultimatum: se non si trova un accordo entro il 15 ottobre Londra abbandonerà il tavolo negoziale.

Gli Stati membri dell'UE affermano che la fiducia è ai minimi storici, alcuni si chiedono addirittura se questo governo britannico voglia un accordo. Bruxelles dice che continuerà a negoziare, ma non esclude azioni legali contro il governo britannico, se decidesse di violare l'accordo di recesso.