ULTIM'ORA
This content is not available in your region

TikTok non vuole vendere e denuncia Trump: "Non siamo un pericolo per la sicurezza americana"

euronews_icons_loading
TikTok non vuole vendere e denuncia Trump: "Non siamo un pericolo per la sicurezza americana"
Diritti d'autore  AP Photo/Mark Schiefelbein
Dimensioni di testo Aa Aa

TikTok va al contrattacco e denuncia Trump.

La società cinese ByteDance, proprietaria del social TikTok, ha deciso di intentare una causa legale contro l'ordine esecutivo emesso il 6 agosto dal presidente degli Stati Uniti, che da metà settembre le proibisce ogni attività sul territorio americano.

Obbligando di fatto la cessione di TikTok ad un'azienda americana, rischiando altrimenti il blocco dell'app negli USA.

Il ricorso verrà presentato già lunedi.

"Siamo stati privati di un giusto processo nell'iter della decisione. E noi non siamo una minaccia per la sicurezza nazionale americana".
Comunicato di ByteDance
Azienda proprietaria di TikTok

Ma Trump non vuole nemmeno sentire.

In visita a Yuma, Arizona, per un briefing sulla costruzione del muro con il Messico, Trump dichiara: "Ho rimandato i colloqui con la Cina, su qualunque argomento. Sapete perché? Non voglio avere a che fare con loro adesso... Con quello che hanno fatto a questo paese e a tutto il mondo... Non voglio parlare con la Cina in questo momento. Quello che la Cina ha fatto al mondo non è nemmeno immaginabile. Avrebbero potuto fermare il virus. E non lo hanno fatto. È per questo che ho cancellato i colloqui con la Cina".

Screenshot AFP
Trump parla con i giornalisti a Yuma, in Arizona.Screenshot AFP

Trump "spinge" Oracle

All'acquisto di TikTok e del'altra app cinese WeChat - anch'essa finita nel mirino di Trump, di proprietà del gruppo Tencent - hanno mostrato un tiepido interesse Microsoft, Twitter e Oracle.
Ma per ora nessuna trattativa è entrata nel vivo.
Proprio Oracle potrebbe essere "spinta" ad acquistare le due app "made in China".

Lo stesso Trump, infatti, ha recentemente espresso il suo sostegno per una possibile offerta pubblica di acquisto da parte di Oracle.
Il gruppo IT è stato co-fondato da Larry Ellison e ha "donato" milioni di dollari per la campagna elettorale di Trump.

TikTok spia cinese?

Popolare tra i giovanissimi (e non solo) di tutto il mondo soprattutto per i suoi short-video, Tik Tok vanta ufficialmente oltre 100 milioni di utenti negli Stati Uniti, uno dei suoi mercati più strategici.
Secondo Trump - nel mirino della versione americana di TikTok durante la convention "flop" di Tulsa del giugno scorso - l'applicazione non è altro che una "spia" dei cinesi, in grado di immagazzinare e diffondere al governo di Pechino i dati sensibili di milioni di cittadini americani.

Ng Han Guan/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
La sede di ByteDance a Pechino.Ng Han Guan/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.

WeChat "censurata"

WeChat, che ha più di un miliardo di utenti, è meno nota di TikTok.
In Cina, WeChat è censurata e ci si aspetta, dunque, che aderisca alle restrizioni sui contenuti stabilite dalle autorità.

Il gruppo indipendente di sorveglianza del Citizen Lab di Toronto ha dichiarato che WeChat monitora i file e le immagini condivise all'estero.

La società di ricerca mobile Sensor Tower stima circa 19 milioni di download dell'app negli Stati Uniti. Un numero non elevato, ma è un'applicazione cruciale per gli studenti e i residenti cinesi negli Stati Uniti per connettersi con amici e familiari in Cina e per chiunque faccia affari con la Cina.