ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Quanto è pericoloso (se lo è) TikTok, il social network che spopola tra i più giovani

L'icona di TikTok a New York
L'icona di TikTok a New York   -   Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

TikTok sorvegliato speciale. Il social network cinese, che consente di creare e condividere brevi video, è al centro di una serie crescente di controlli sul modo in cui memorizza i nostri dati. A preoccupare non sono solo le eventuali violazioni della privacy ma anche che fine fanno e come vengono utilizzati i dati degli utenti.

Venerdì scorso, Amazon ha inviato un'e-mail ai suoi dipendenti, chiedendo loro di cancellare l'app dai loro telefoni per scongiurare "rischi alla sicurezza": un'indicazione a cui è seguito un rapido dietrofront e la dichiarazione che niente è cambiato nelle politiche riguardanti TikTok.
La fuga in avanti di Amazon con la successiva marcia indietro è avvenuta dopo le ammissioni del Segretario di Stato Usa, Mike Pompeo: "Il governo degli Stati Uniti sta certamente cercando di vietare l'applicazione" aveva detto, innescando la reazione a volte confusa a volte irritata degli utenti.

L'India si è spinta ancora più in là questo mese, nel solco delle perplessità sulla privacy e delle tensioni con la Cina. Il Paese ha vietato decine di applicazioni cinesi, tra cui anche TikTok.
Ma gli affondi a TikTok non si contano: a maggio, l'autorità olandese per la protezione dei dati (DPA) ha avviato un'indagine sempre in relazione alla protezione dei dati personali, mentre le autorità britanniche stanno indagando sul livello di protezione che l'app garantisce ai bambini.

Sui rischi di TikTok, anche il Garante italiano Antonello Soro ha chiesto maggiore chiarezza e sollecitato il Comitato europeo per la protezione dei dati personali (Edpb) a intervenire, anche attraverso la creazione di un gruppo di lavoro composto di esperti, come quello che ha indagato su Facebook, per capire se e dove esistono dei pericoli. Soro ha sottolineato la necessità di adottare un'iniziativa "in maniera forte e coordinata, anche in considerazione della delicatezza e della rilevanza di questo tipo di piattaforme".

Quanto possiamo fidarci di TikTok alla luce dei suoi rapporti con il governo cinese?

Il social network ha sempre negato di avere l'intenzione di passare informazioni al governo cinese, ma possiamo esserne sicuri?
La risposta secca è "no", secondo il professore di sicurezza informatica dell'Ulster University, Kevin Curran.
L'esperto sostiene però anche che "non ci sono ragioni per credere che TikTok rischi un possibile contraccolpo, affermando che i dati non siano memorizzati in Cina quando invece lo sono (per i cittadini non cinesi)".
In ogni caso, TikTok raccoglie meno informazioni di Facebook, ha dichiarato il professor Curran a Euronews: un'affermazione corroborata da una recente indagine, condotta dal Washington Post sulla privacy di TikTok.
Tuttavia, altri esperti avvertono che non dovremmo quantificare il livello di privacy delle nostre app semplicemente confrontando la quantità di dati che raccolgono. "Sappiamo quali dati l'app raccoglie, ma il modo in cui questi dati vengono aggregati ed elaborati è una questione diversa, e non ne sappiamo molto", ha dichiarato a Euronews Stefano Zanero, esperto di cybersicurezza del Politecnico di Milano.

Inoltre, pur sapendo diverse cose sul modello di business di Facebook e di altre aziende con sede negli Stati Uniti, non possiamo dire lo stesso delle applicazioni basate sulla in Cina, sostiene Zanero.

L'app ha recentemente deciso di ritirarsi da Hong Kong in seguito all'entrata in vigore di una nuova normativa sulla sicurezza nazionale.
Era "l'unica opzione che aveva per assicurarsi di non accumulare dati da fornire al governo cinese", ha dichiarato a Euronews Jo O'Reilly, avvocato di ProPrivacy.

Quali dati memorizza TikTok?

Tiktok memorizza i dati su ogni video che un utente guarda, compresa la durata, ha spiegato il Kevin Curran.
Inoltre, l'app ha accesso ai "contenuti dei messaggi privati" e raccoglie "la posizione, l'indirizzo internet e il tipo di dispositivo utilizzato".
A seconda delle autorizzazioni concesse dagli utenti, TikTok può anche raccogliere dati relativi a "età, numero di telefono, contatti telefonici e determinate connessioni ai social network" e più precisamente "dati sulla posizione".

Sean O'Mahoney, un utente di TikTok con sede a Salford, Inghilterra, ha detto a Euronews che, sebbene non sia sicuro che i dati siano memorizzati in modo corretto, non gli dispiace condividere tali informazioni con l'app. "Per come la vedo io, non è diverso da qualsiasi altro servizio", ha detto, aggiungendo che di solito, per la messaggistica privata, preferisce fare ricorso a un'altra piattaforma.

Quanto sono sicuri i giovani utenti di TikTok?

TikTok ha sottolineato che l'app non dovrebbe essere utilizzata da persone di età inferiore ai 13 anni. Tuttavia, molti utenti sono adolescenti che possono essere più vulnerabili degli utenti adulti o più esperti.

Quanto è sicura questa fascia d'età?

"Il governo cinese ha probabilmente poco interesse a seguire le ultime manie danzanti dell'app", ha detto Jo O'Reilly a Euronews. Allo stesso tempo "l'app incoraggia gli utenti a non limitarsi a commentare o ad apprezzare i contenuti, ma a rispondere con i propri contenuti, il che può anche esporre i giovani utenti a contenuti inappropriati per l'età o ai "predatori online".
"È importante che i genitori parlino con i giovani sia della loro sicurezza online e della loro privacy digitale, sia che imparino loro stessi a conoscere le app che usano i figli", ha sottolineato.

È necessaria un'azione più incisiva

"Anche se internet porta molti benefici, le autorità di regolamentazione e l'industria devono intraprendere più azioni per mantenere i bambini al sicuro", ha detto Sonia Livingstone, professoressa di psicologia sociale alla London School of Economics.
"Questo vale soprattutto per le nuove applicazioni come TikTok, che sembrano entrare nel mercato - e nella vita dei bambini - prima di sviluppare le necessarie protezioni della privacy e della sicurezza", ha detto a Euronews.
TikTok ha recentemente rilasciato una funzione di Family Pairing che permette ai genitori di decidere cosa i loro figli devono o non devono vedere nell'app, con chi possono connettersi e quali sono i loro figli.

La crescita di TikTok nel mondo

Oggi TikTok - attivo in 150 Paesi, tradotto in 75 lingue - è il social preferito dagli adolescenti. Balli, brevi sketch, scherzi o gag che vedono come protagonisti soprattutto ragazzi e animali scandiscono l'offerta quotidiana della piattaforma scelta per il 66% degli utenti sotto i 30 anni. In Italia il fenomeno è in crescita costante: in soli tre mesi ha avuto un incremento del +202%, la più alta crescita nel panorama Internet del nostro Paese.

Risorse addizionali per questo articolo • Stefania De Michele