ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Bielorussia, dove i diritti civili sono negati. Giro di vite e arresti massa nel regno di Lukashenko

euronews_icons_loading
Bielorussia, dove i diritti civili sono negati. Giro di vite e arresti massa nel regno di Lukashenko
Diritti d'autore  Markus Schreiber/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Le Nazioni Unite hanno condannato la violenta repressione da parte delle autorità bielorusse contro i manifestanti, dopo che il presidente Alexander Lukashenko ha dichiarato una vittoria schiacciante nel voto di domenica. I gruppi per la difesa dei diritti umani nel paese denunciano le "condizioni disumane" di coloro che sono stati arrestati durante i disordini - affermando che la polizia sta picchiando i manifestanti "prima, durante e dopo il loro arresto".

I nomi delle persone scomparse durante la repressione in Bielorussia vengono letti ad alta voce davanti ai centri di detenzione nella capitale Minsk dove le famiglie aspettano notizie dei loro cari.

Secondo quanto riferito, le condizioni per le persone rinchiuse nei centri di detenzione della Bielorussia sono spaventose.

Rapporti e immagini di abusi fisici contro coloro che sono scesi in piazza hanno inondato i social media in Bielorussia ...

I gruppi per la difesa dei diritti umani cercano di raccontare e denunciare le violazioni.

Ales Belyatski. Capo del Centro per i diritti umani "Vyasna": “In una cella dove normalmente sono detenute 5,7 persone, ce ne sono 50, 70. Sono tutte in piedi, non possono sedersi. Non c'è abbastanza acqua. Subiscono violenza fisica. I detenuti sono picchiati quando vengono arrestati, sono picchiati quando vengono portati alla stazione locale, sono picchiati nei centri di detenzione e sono picchiati quando vengono rilasciati ".

Inna Dobrotvor ha assistito ad alcuni abusi. L'insegnante di inglese è stato arrestato il giorno della votazione quando ha tentato di presentare una denuncia presso un ufficio della commissione elettorale regionale ... chiedendo un riconteggio del voto. Ha finito per passare due giorni in detenzione dove ha detto che i manifestanti sono stati portati a frotte. Quello che ha visto lo ricorderà per sempre.

Inna Dobrotvor: "I detenuti maschi vengono spogliati nella sala di controllo, non possono nemmeno a tenere le scarpe. Sono costretti a camminare lungo il corridoio portando i loro vestiti e mettersi in ginocchio davanti a un muro. Se si lamentano, vengono picchiati ".

Il presidente bielorusso Aleksander Lukhashenko ha affermato che coloro che manifestano contro di lui hanno "precedenti penali" ... ma sono state le immagini delle tattiche utilizzate dalla polizia per disperdere i manifestanti a causare allarme in tutto il mondo.

Le Nazioni Unite hanno affermato che le autorità bielorusse dovrebbero usare la forza come ultima risorsa. Bruxelles ha condannato quella che ha descritto come violenza di stato "sproporzionata e inaccettabile" contro manifestanti pacifici e ha chiesto il rilascio immediato dei prigionieri.