ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Hong Kong, dove affari e cultura non si sono mai fermati

euronews_icons_loading
Hong Kong, dove affari e cultura non si sono mai fermati
Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

​Hong Kong non si ferma. L'economia e le attività culturali hanno continuato a funzionare nonostante la pandemia, grazie alla prontezza nel controllare la diffusione del virus e a un grande spirito d'adattamento.

​StartMeUp 2020: i contatti fra start-up e investitori diventano virtuali

La pandemia ha in effetti frenato alcuni eventi, ma non per molto. Hong Kong si è mossa rapidamente per tenere l'epidemia sotto controllo. Risultato: 1.100 persone contagiate e solo qualche decesso su una città di 7 milioni e mezzo di abitanti.

Un evento diventato virtuale a luglio è StartMeUpHK, che come dice il nome mette in relazione start-up e investitori. La direttrice di StartMeUpHK presso Invest Hong Kong, Jayne Chan, spiega in che modo sono riusciti a spostare l'evento on line mantenendo la stessa energia: "Stiamo cercando di preservare il meglio delle interazioni faccia a faccia degli eventi fisici insieme al meglio degli aspetti virtuali. Abbiamo personaggi del settore di fama mondiale che parleranno di una serie di argomenti come città intelligenti, tecnologia di vendita al dettaglio, intelligenza artificiale, fintech, tutto ciò su cui Hong Kong è davvero forte, ma aggiungeremo una job fair, ad esempio, o incontri tra investitori e aziende".

EventXtra: picco del fatturato grazie alla pandemia

A Hong Kong 1.560 start-up hanno anche ricevuto il supporto di Cyberport, l'incubatore leader della città. Una delle start-up di Cyberport in grado di aiutare gli organizzatori di eventi ad adattarsi alla pandemia è EventXtra, che ha già organizzato migliaia di eventi on e off line per aziende leader come Alibaba, Siemens e Honeywell.

Qualche evento viene cancellato anche a Hong Kong...

​"Quello degli eventi è un settore in prima linea nella pandemia, perché tutti gli eventi vengono sospesi o cancellati, come succede per le compagnie aeree o i viaggi - spiega Sum Wong, cofondatore di EventXtra, - Poiché contiamo su una soluzione ibrida, quasi l'80 per cento delle nostre entrate deriva da eventi virtuali, e le entrate totali sono cresciute di più del 300 per cento nel periodo della pandemia".

... ma ci sono altre opzioni

È cominciato tutto con un'idea, racconta: "Abbiamo creato un prototipo di software per la gestione degli eventi, e molti hanno cominciato a usarlo. In quel periodo abbiamo anche aderito al programma d'incubazione di Cyberport, e loro ci hanno aiutati a trovare altri investitori".

La cultura a cavallo fra online ed eventi dal vivo

Anche la scena culturale e il mercato dell'arte di Hong Kong si sono trasferiti online. Ora gli eventi dal vivo stanno ripartendo, sempre nel rispetto del distanziamento sociale, con l'aiuto di Art Power, una piattaforma online nata in piena pandemia, che conta già oltre 130 partner.

Alice Mong dirige Asia Society Hong Kong, uno degli spazi che fanno parte di Art Power. "Non siamo mai stati davvero confinati, quindi ci sono state gallerie, mostre, eventi - spiega - Lavoriamo con gli artisti per far sì che la loro arte sia vista o vissuta. Forse in questi giorni di distanziamento sociale non è possibile vederli dal vivo, ma possono vederli su piattaforme digitali".

Sin Sin Fine Art presents "It's about time" exhibition. During these difficult times, people are suffering from a wave...

Publiée par ART Power HK sur Samedi 27 juin 2020
E alcuni spazi ricominciano ad aprire fisicamente

​La scena culturale di Hong Kong continua a crescere. È in via di costruzione il museo M +, la cui apertura è prevista per il prossimo anno. Andrà ad aggiungersi agli altri edifici del quartiere culturale di West Kowloon.