ULTIM'ORA
This content is not available in your region

A Bristol gettata nel fiume la statua del mercante di schiavi, 14 poliziotti feriti a Londra

euronews_icons_loading
few dozen people tie a rope around the neck of Edward Colston's statue and bring it to the ground in the southwestern city of Bristol
few dozen people tie a rope around the neck of Edward Colston's statue and bring it to the ground in the southwestern city of Bristol   -   Diritti d'autore  CREDIT AFP PHOTO / TWITTER / WILLIAM WANT/@WILLWANTWRITES
Dimensioni di testo Aa Aa

Sono 14 gli agenti di polizia londinesi rimasti feriti negli scontri scoppiati dopo la manifestazione anti-razzista nella capitale britannica.

In spregio al divieto delle autorità, migliaia di britannici hanno manifestato per il secondo giorno consecutivo, anche in altre città del Regno Unito, tra cui Bristol.

Manifestanti con il volto coperto hanno invaso le strade circostanti l'ambasciata statunitense nella parte sudovest di Londra mentre immagini diffuse dai media hanno ripreso la folla diretta a Downing Street, dove si trova la residenza del primo ministro britannico.

A Bristol buttata nel fiume statua di mercante schiavi

A Bristol, la statua di Edward Colston, un importante commerciante di schiavi del 17mo secolo, è stata demolita e gettata nel fiume.

Colston era un membro della Royal African Company, che si ritiene abbia trasportato circa 80.000 uomini, donne e bambini dall'Africa all'America.

Prima di essere gettata un manifestante ha posato il ginocchio sul collo della statua, ricordando il video che mostra Floyd bloccato dagli agenti americani. Alla sua morte nel 1721, lasciò in eredità la sua ricchezza in beneficenza.

La solidarietà del sindaco di Londra

Il sindaco di Londra ha espresso solidarietà con i manifestanti anti-razzismo: "Londinesi di tutte le età, razze e origini si sono uniti ai milioni di persone nel mondo per manifestare pacificamente. Sono con voi. La brutale uccisione di George Floyd deve portare ad un immediato e duraturo cambiamento dappertutto", ha scritto Sadiq Khan su Twitter.

Khan ha quindi condannato l'atteggiamento di minoranze violente nelle manifestazioni: "Questo non è accettabile, non verrà tollerato e non porterà al duraturo quanto necessario cambiamento che abbiamo disperatamente bisogno di vedere", ha scritto, in anticipazione di una manifestazione programmata per oggi a Londra.