Covid-19: le famose droplets causa di morte nella metro londinese?

Virus Outbreak Britain
Virus Outbreak Britain Diritti d'autore Alberto Pezzali/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Alberto Pezzali/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Ecco la storia assurda di una dipendente della metro di Londra. E i suoi connessi: perché chi era in prima linea non aveva guanti e mascherina?

PUBBLICITÀ

Una dipendente della metro britannica è morta di covid-19 dopo gli sputacchi di uomo che gridava di essere infetto.

Belly Mujinga lavorava come controllore nella stazione Victoria, era il 22 marzo, insieme a lei c'era anche un'altra collega.

La cugina Agnes Ntumba ricorda che le due colleghe 

''Sono uscite dalla barriera e hanno visto questa persona, gli hanno chiesto, cosa ci facesse lì e per tutta risposta lui le ha iniziato a battibeccare".

Le due donne si sono ammalate di lì a poco e Mujinga è morta in ospedale il 5 aprile per problemi respiratori.

Il marito Lusamba Gode Katalay è stravolto: "Non hanno ricevuto maschere o guanti, sono i suoi datori di lavoro, l'azienda e lo Stato a doverli fornire. Io e Ingrid (la figlia di 11 anni) abbiamo visto Belly il 2 aprile quando è partita per l'ospedale. Quindi non l'abbiamo più vista. È morta e l'abbiamo seppellita senza che potessimo vederla un' ultima volta". 

Al momento non è stato ancora confermato come Mujinga abbia contratto il virus.

Il sindacato ha avviato un'indagine perché troppe domande restano ancora senza risposta nella gestione da parte dell'azienda della pandemia.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Covid-19: le goccioline infettano l'aria più di quanto si pensi

Covid-19: le metro semi-vuote di Parigi e Londra

Regno Unito: la prima passeggiata della baby giraffa allo zoo di Chester