ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Trump contro il virus che lo assedia e la OMS che è troppo "cinese"

euronews_icons_loading
Trump contro il virus che lo assedia e la OMS che è troppo "cinese"
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Fedele alla sua indole impetuosa il presidente Donald Trump va alla guerra totale. Assediato dal virus accusa Cina e Organizzazione Mondiale della Sanità di essere le vere colpevoli della situazione mondiale.

L'allarme negato

In realtà se c'è una classe politica che ha saputo reagire in tempo contro la pandemia scagli la prima pietra. L'effetto domino della pandemia prima si è visto nella sua negazione (non si voleva neanche adoperare questa parola quando la pandemia era già ampiamente operativa su tutto il pianeta) mentre adesso la successione è quello dello scaricabarile: gli USA accusano la Cina di non aver allertato e il capro espiatorio è naturalmente l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) a cui la Casa Bianca taglia i viveri perchè colpevole di aver blandito il regime di Pechino con le parole di elogio pronunciate dal loro Direttore Generale Tedros Adhanom Ghebreyesus che, in assise col presidente cinese Xi Jinping, ha parlato delle "misure di salute pubblica avviate da Pechino" con cascami " molto importanti di cui ne siamo davvero orgogliosi". Per poi aggiungere l'impegno politico e la vostra leadership personale, che abbiamo seguito" rivolgendosi al presidente cinese.

Trump alla riscossa

Ce n'era abbastanza per mandare Donald Trump su tutte le furie tanto che ha subito bollato il coronavirus come "virus cinese" (erano state da altre parti anche adombrate delle responsabilità di ingegnerizzazione cinese del virus, cose totalmente prive di qualunque fondamento) e qui a sua volta era stato fustigato da Pechino per poi sentirsi altamente piccato quando ha chiuso i viaggi da e per la Cina. "Quelli della OMS - ha dichiarato l'inquilino della Casa Binaca - mi hanno criticato molto quando ho detto che chiudevamo i voli in arrivo dalla Cina e soprattutto da alcune parti della Cina, e poi da tutta la Cina, per questo siamo stati malamente attaccati. Vorrei dire che l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha sbagliato. Hanno sbagliato molto e in tanti modi. Hanno anche molto gravemente minimizzato la minaccia".

Il virus a tutto campo che uccide ma suscita anche vivaci polemiche

Quando si è visto che il virus non viaggia solo in Business class ma aggira ogni ostacolo e la pandemia è approdata a New York Trump ha raddoppiato nei suoi attacchi contro la Cina e la OMS scatenando ire interne ed esterne. "Mi rammarico profondamente per la decisione degli Stati Uniti di sospendere i finanziamenti all'Organizzazione Mondiale della Sanità. Non c'è ragione che giustifichi questa mossa, in un momento in cui gli sforzi" dell'organizzazione "sono necessari più che mai, per contribuire a contenere e mitigare la pandemia da coronavirus". Così l'Alto rappresentante dell'Ue, Josep Borrell, sul suo profilo Twitter. "Solo mettendo insieme le forze - aggiunge - potremo superare questa crisi, che non conosce frontiere".

"Arrestare finanziamenti per l'Organizzazione mondiale della sanità durante una crisi sanitaria mondiale è pericoloso come sembra. Il loro lavoro sta rallentando la diffusione di Covid-19 e se tale lavoro viene interrotto nessun'altra organizzazione può sostituirli. Il mondo ha bisogno dell' @OMS adesso più che mai". Ha affermato via Twitter Bill Gates, dopo la decisione del presidente americano di sospendere l'erogazione di fondi all'Organizzazione che, a suo dire, ha "fallito nell'ottenere tempestive informazioni sul coronavirus".