ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Coronavirus, sono gli Stati Uniti il prossimo epicentro della crisi

euronews_icons_loading
Coronavirus, sono gli Stati Uniti il prossimo epicentro della crisi
Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Ottantaduemila casi: tanti ne ha rilevati la John Hopkins university, in un rapporto che ha fatto degli Stati Uniti il nuovo epicentro dell'epidemia da Covid 19.

Una cifra ancora contenuta in realtà, a fronte di una popolazione di oltre 300 milioni di persone. Ma proprio per questo gli esperti avvisano Washington di inasprire immediatamente le scarse misure di distanziamento sociale finora adottate, per evitare un'ecatombe in casa.

Record macabro

Secondo le ultime rilevazioni il numero di casi a livello globale sarebbe salito a oltre 500.000. La disomogeneitéà nella misurazione tra paesi, però, fa supporre che i contagiati possano essere molti di piu

Degli oltre 23mila decessi totali, oltre la metà arriva da Italia e Soagna, i paesi piu colpiti in assoluto

Test "farlocchi" made in China

Sono cifre impressionanti quelle in arrivo dalla Spagna, che nella conta dei nuovi decessi e nuovi casi ha ormai superato anche l'Italia, dove le misure restrittive restano comunque molto più rigide.

Il Governo Sanchez è stato duramente criticato dopo aver ammesso che le migliaia di test a risposta rapidaacquistati dalla Cina sono pienamente affidabili solo nel 30% dei casi.

Attesa per il picco

E dopo la Spagna, è la Francia il paese europeo col maggior numero morti. Nel paese il picco epidemico è atteso per il 5 aprile, dopo di che si spera che il numero di morti e infenzioni inizi a calare

Pechino blinda le frontiere

Il peggio sembra invece ormai alle spalle in Cina, dove Pechino ha comunque deciso di sigillare i confini a partire da sabato, per evitare che un'ondata di contagi di ritorno inneschi una nuova epidemia.

Un provvedimento che rispecchia quello già adottato a gennaio da Washington. E che in futuro diverrà probabilmente via via piu frequente