ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Coronavirus: maxi-piano in debito per l'economia tedesca

euronews_icons_loading
Coronavirus: maxi-piano in debito per l'economia tedesca
Diritti d'autore  AP Photo/Jens Meyer
Dimensioni di testo Aa Aa

Una cosa è certa: il coronavirus ha definitivamente archiviato l'era dell'austerity, anche gli Stati che per primi ne furono fautori come la Germania, varano manovre in deficit. E' stata annunciata dal ministro delle finanze tedesco una "manovra" da 156 miliardi in debito per sostenere l'economia atterrata dal coronavirus; il deficit salirà al 4 % del Pil nel 2020; 50 miliardi andranno alle piccole imprese e presto il Bundestag voterà le misure.

La notizia è arrivata nello stesso pomeriggio in cui Angela Merkel è risultata negativa al primo tampone coronavirus. La cancelliera si era messa in auto-quarantana dopo che il suo medico era risultato positivo al coronavirus.

Un buon esempio per i tedeschi che la cancelliera aveva appena messo in semi-confinamento.

Il buon esempio della Cancelliera: "In quarantena dopo contatto con medico positivo"

"Negli spazi pubblici - aveva illustrato la Cancelliera - è autorizzata esclusivamente la circolazione di persone sole o accompagnate al massimo da un'altra persona, se estranea al nucleo familiare".

In sintesi in Germania per 15 giorni si può uscire solo per commissioni importanti o andare a lavoro insieme a un congiunto con cui si convive o un coinquilino. Altrimenti vietati i gruppetti anche di due persone. Chiuse le scuole già in molte regioni, chiusi i luoghi d'intrattenimento, i centri estetici, i parrucchieri, i ristoranti. "Non è un consiglio ma una regola", ha detto la cancelliera.

Michael Kappeler/Pool photo via AP

Giovani più indipendenti: quando la struttura sociale limita contatti e contagi

E proprio in una struttura sociale caratterizzata da anziani più indipendenti e dall'abbandono della famiglia da parte dei giovani più precoce rispetto a paesi latini come l'Italia e la Spagna, potrebbe nascondersi un'altra ragione del "miracolo tedesco" nella lotta al virus: meno contatti con i soggetti più esposti, che a fronte di una quinta piazza mondiale per numero di contagi, hanno forse contribuito a contenere i decessi intorno al centinaio.

AP Photo/Jens MeyerJens Meyer

Limitazione degli spostamenti: linea dura di Baviera e Sassonia

Fra le misure annunciate domenica dalla Cancelliera anche la chiusura di ristoranti, saloni di bellezza e altri locali pubblici per almeno due settimane. Niente confinamento generalizzato, invece, a livello federale. Misure più strette sono state finora adottate dai Länder di Sassonia e Baviera, che hanno limitato l'autorizzazione agli spostamenti ai soli spostamenti professionali e casi di estrema necessità.

AP Photo/Jens MeyerJens Meyer
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.