ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Afghanistan: tregua Usa-talebani, negoziati di pace a Oslo il 10 marzo

euronews_icons_loading
Afghanistan: tregua Usa-talebani, negoziati di pace a Oslo il 10 marzo
Diritti d'autore
Quelle: AP
Dimensioni di testo Aa Aa

L'Afghanistan a un passo dalla fine del conflitto quasi ventennale. Dopo l'accordo per una tregua, il governo di Kabul annuncia un incontro con i fondamentalisti a Oslo il prossimo 10 marzo.

Gli Stati Uniti e i talebani hanno raggiunto un accordo per una tregua che inizierà "molto presto" e che potrebbe portare al ritiro delle truppe statunitensi dall'Afghanistan. Lo ha riferito un funzionario statunitense all'Ap.

L'accordo prevede una "riduzione delle violenze" per sette giorni, che sarà seguita dall'inizio di colloqui di pace tra il governo afgano e i talebani. Il segretario di Stato, Mike Pompeo, e il segretario alla Difesa, Mark Esper, hanno incontrato oggi il presidente afgano, Ashraf Ghani, a Monaco di Baviera.

Il 10 marzo incontro ad Oslo talebani-governo Kabul

Il governo afghano e i talebani si incontreranno a Oslo il 10 marzo, un incontro che potrebbe essere un passaggio chiave per porre fine al conflitto in Afghanistan.

Una fonte diplomatica afgana ha riferito che l'incontro si terrà il 10 marzo in Norvegia ma che anche la Germania si era offerta di ospitare l'appuntamento.

I punti dell'accordo

L'accordo - come rivelato da fonti dell'amministrazione Usa citati dai media americani - nel dettaglio prevede un arco di tempo di sette giorni in cui dovrà cessare ogni tipo di violenza, dalle bombe in strada al lancio di razzi passando per gli attacchi suicidi. Passato questo periodo si potrà arrivare entro dieci giorni alla firma di un'altra intesa (probabilmente il 29 febbraio) che farà da cornice all'avvio di veri e propri negoziati di pace tra tutte le parti in causa.

12mila soldati Usa ancora in Afghanistan

Per quanto riguarda l'uscita delle truppe americane dall'Afghanistan, ben 12 mila uomini attualmente, l'ipotesi è quella di un ritiro graduale in un arco di tempo di 18 mesi.

Proseguiranno pero' tutte le operazioni anti-terrorismo, contro gruppi come l'Isis e al Qaida. A monitorare il rispetto della tregua e l'effettiva fine delle ostilità saranno gli Stati Uniti che dovranno vigilare su ogni eventuale violazione.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.