ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Londra, primo giorno senza l'Ue

euronews_icons_loading
euronews
euronews   -   Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Bandiere britanniche soltanto, nel primo giorno senza Unione europea a Londra. Un clima che le prime pagine dei quotidiani provano a rappresentare, e che viene sintetizzato con efficacia dal pensiero di tanti londinesi, non necessariemente all'unisono: "Credo che sarà difficile soprattutto all'inizi, ma ce la faremo. Ci può volere un anno, due anni, comunque si sente il profumo della libertà", dice un ragazzo.

"È una enorme tragedia. Siamo stati nell'Unione europea per una vita. Mio padfre e mio nonno hanno combattuto nelle guerre in Europa, e credevamo che fosse finito per sempre, che fossimo in un continente in pace e in armonia... Ora forse non arriveremo a una guerra, ma certo non c'è un clima di pacificazione... Sono molto deluso", commenta un signore.

Più che per i suoi contenuti, la svolta in tema di Brexit viene applaudita sopprattutto perché chiude una lunga fase defatigante per l'opinione pubblica... "È un passo verso l'ignoto, ma non sono preoccupata. Credo che troveremo come fare, siamo britannici in fondo, siamo forti. Penso sia stata la scelta migliore che abbiamo potuto fare".

Per gli esperti l'entusiasmo di queste ore corrisponde a una specie di luna di miele tra gli elettori e la Brexit: Il clima tuttavia rischia di cambiare alle prime difficoltà, che restano ancora numerose.