ULTIM'ORA

Spagna: Sanchez sfida Vox

Spagna: Sanchez sfida Vox
Diritti d'autore
رويترز
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Si chiude una breve ma intensa campagna elettorale in Spagna, in vista delle elezioni generali di domenica, le quarte in quattro anni. I l premier socialista, Pedro Sanchez, che lancia l'allarme contro l'estrema destra di Vox che punta a raddoppiare i suoi seggi in Parlamento.

"Se vogliamo un governo forte e capace di affrontare la precarietà e lo stallo politico, se vogliamo un governo progressista capace di affrontare l'estrema destra, e se vogliamo un governo moderato capace di affrontare l'estremismo, c'è il partito socialista, che è pronto a ottenere una maggioranza forte domenica prossima", ha detto Sanchez nell'ultimo comizio.

La media degli ultimi sondaggi di una settimana fa assegna il 27, 4% dei voti ai socialisti, in lieve calo rispetto. Il Partito popolare è secondo con il 21,6%, in netta ripresa rispetto ad aprile: "Voglio rivolgermi alle famiglie, alla vera Spagna, alla classe media come noi, che vuole essere rappresentata - sono le parole di pablo casado - Vi dico che saremo lì a garantirvi la crescita".

I sondaggi prevedono un'impennata di Vox, alimentata da settimane di proteste separatiste catalane.

Santiago Abascal punta a diventare il leader della terza forza politica: "In questo momento di sfide sociali portate dalla crisi economica, siamo divisi dal separatismo regionale, dall'approccio settario dei partiti e dall'odio che gli anti-patrioti vogliono diffondere per spingere gli spagnoli a combattersi di nuovo".

In netto calo Podemos che paga la voglia degli spagnoli di mettere fine all'instabilità politica dopo il gran rifiuto a formare una maggioranza con i socialisti.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.