This content is not available in your region

Francia: sì alla PMA per tutte, comprese single e coppie lesbiche

Access to the comments Commenti
Di Gioia Salvatori
euronews_icons_loading
Francia: sì alla PMA per tutte, comprese single e coppie lesbiche

80 ore di dibattito, manifestazioni di piazza, polemiche dei conservatori, ma alla fine la proposta del governo passa ad ampia maggioranza. questo martedì l**' assemblée générale in Francia ha approvato una legge che consente a tutte le donne, comprese single e lesbiche, senza discriminazione, di ricorrere alle tecniche di procreazione assistita.** Un cambio di passo importante in un Paese che oggi le concede solo alle coppie etero.

La legge è passata con il sì dei partiti di centrosinistra (LREM, FI, PS) e la contrarietà dei repubblicani (LR), che hanno parlato di una legge contro i padri, e della destra lepenista del Rassemblement national. Complessivamente 359 sì, 114 contro e 72 astenuti.

"Siamo sicuri che non si porti pregiudizio ai bambini che così verranno privati dei padri e in certi casi proprio del secondo genitore? - ha detto in aula il repubblicano Thibault Bazin - Il bambino non ha forse diritto a due genitori? Il legislatore oggi si prende una grave responsabilità a lungo termine".

Per l'approvazione definitiva della legge bisognerà attendere il passaggio in senato, previsto in gennaio; il ministero della salute vorrebbe l'applicabilità della legge per l'estate.

Non solo PMA per tutte, stop al periodo di riflessione pre-aborto

Nel frattempo le destre daranno battaglia. Previsto il 30 novembre, come già era stato il 6 ottobre quando in 74mila hanno manifestato, un weekend di mobilitazione contro una legge che comunque è ampia e riscrive tanti capitoli della norme francesi.

Il testo oltre ad introdurre la PMA per tutte, abolisce il tempo di riflessione di una settimana, oggi obbligatorio, in caso di aborto; permette di congelare i gameti per preservare la fertilità anche in assenza di malattie e consente ai figli nati da dono di gameti di conoscere i genitori biologici alla maggiore età, se lo vogliono.