ULTIM'ORA

Il Papa al Sinodo per l'Amazzonia: "No all'avidità dei nuovi colonialismi"

Il Papa al Sinodo per l'Amazzonia: "No all'avidità dei nuovi colonialismi"
Dimensioni di testo Aa Aa

L'aveva detto di loro: "Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II sono stati 'due uomini coraggiosi'". Ma Papa Francesco - che ha elogiato lo spirito dei suoi predecessori - non si sottrae alla sfida di una Chiesa diversa. Come la vuole, come dev'essere, il Pontefice lo ha detto in occasione dell'apertura dell'Assemblea Speciale del Sinodo dei Vescovi per la Regione Panamazzonica. Sul primo punto - la questione di una fede che rispetti culture e tradizioni dei popoli indigeni - fa resistenza l'ala più conservatrice del clero.

Ma Francesco è stato chiaro: "Quante volte - ha sottolineato - il dono di Dio non è stato offerto ma imposto. Quante volte c'è stata colonizzazione anziché evengelizzazione"

Dio ci preservi dall'avidità dei nuovi colonialismi
Papa Francesco nell'omelia della Messa che ha aperto il Sinodo

I vescovi rifletteranno sul messaggio evangelisco da condividere. Un messaggio che, come sostiene il Papa, non può prescindere dalle istanze ecologiste. Il cenno ai recenti roghi che hanno devastato l'Amazzonia è un passaggio obbligato

"Il fuoco appiccato da interessi che distruggono, come quello che recentemente ha devastato l'Amazzonia, non è quello del Vangelo. Il fuoco di Dio si alimenta con la condivisione e non con i guadagni"

Due istanze: chiesa di prossimità e crisi socio-ecologica. Due test importanti per i 184 Padri sinodali, riuniti in Vaticano sino al 27 ottobre.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.