EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Netanyahu: ultimo CDM nella Valle del Giordano

Netanyahu: ultimo CDM nella Valle del Giordano
Diritti d'autore 
Di Gioia Salvatori
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Tra due giorni il voto in Israele, durante il consiglio dei ministri istituzionalizzato un avamposto israeliano vicino Gerico.

PUBBLICITÀ

L'atto è di quelli che hanno conseguenze, l'istantanea passerà negli annali. Questa domenica a due giorni dalle elezioni politiche in Israele, il primo ministro Benjamin Netanyahu ha tenuto un consiglio dei ministri in Cisgiordania, nella Valle del Giordano, proprio quella che Netanyauhu ha detto di voler annettere in caso di vittoria elettorale.

Durante la riunione l'esecutivo israeliano ha formalmente riconosciuto un avamposto situato vicino a Gerico. Ovviamente il portavoce del leader palestinese Abu Mazen ha subito condannato la sortita del governo israeliano e tuonato che non dà alcuna legittimità alle colonie sui territori palestinesi. 

Un'eventuale annessione della Valle del Giordano, pari a un terzo della Cisgiordania, infiammerebbe la regione: già nei giorni scorsi, dopo che martedì Netanyahu ha illustrato il progetto d'espansione, ci sono stati scontri al confine tra israeliani e palestinesi. 

D'altronde il leader del likud deve fare i conti con l'elettorato. I sondaggi, infatti, lo danno testa a testa con Benny Gantz, capo del partito centrista blu-bianco, in ascesa. Dalla sua, comunque, il primo ministro israeliano ha sempre, come alla scorsa tornata elettorale, il presidente americano Donald Trump che nelle ultime ore ha fatto sapere di aver parlato col Netanyahu di un trattato di mutua difesa per rafforzare l'antica alleanza tra i due paesi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

"Atto illegale": l'UE reagisce all'annuncio bomba di Netanyahu

Israele: Netanyahu promette l'annessione della Valle del Giordano

Gaza: Israele blocca aiuti Unrwa nel nord della Striscia, Ocasio-Cortez accusa Israele di genocidio