ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Lo speaker Bercow annuncia le sue dimissioni

Lo speaker Bercow annuncia le sue dimissioni
Dimensioni di testo Aa Aa

Lo statement di Bercow - divenuto ormai notissimo in questi mesi per i suoi coloriti e perentori richiami al suono di "order, ordeeeer!" - ha avuto toni polemici e momenti molto emotivi, con lo stesso speaker sull'orlo delle lacrime quando si è rivolto alla moglie Sally e ai familiari presenti in galleria. Ed è stato accompagnato dalle ovazioni in piedi delle opposizioni, in contrasto con i volti scuri dei rappresentanti del governo Johnson.

Il pericolo del degrado del parlamento

Bercow ha ricordato i suoi 10 anni da speaker come "l'onore più grande". Ha poi difeso il ruolo del Parlamento: "I parlamentari non sono delegati, ma rappresentanti del popolo. Degradare il Parlamento è un pericolo", ha ammonito. Il leader laburista, Jeremy Corbyn, gli ha quindi reso omaggio definendolo "uno speaker superbo" e ringraziandolo per aver reso "il Parlamento più forte". Un tributo è arrivato pure dal ministro Michael Gove a nome del governo, che peraltro si trova ora tagliato fuori sull'elezione di un nuovo speaker prima del voto elettorale, non disponendo al momento di una maggioranza ai Comuni.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.